Spagna sotto attacco: dopo l’attentato di Barcellona, 5 attentatori uccisi a Cambrils

Mattanza nella Rambla. La Spagna è sotto attacco, dopo Madrid, adesso Barcellona. E i media spagnoli parlano appunto di mattanza, sono 13 le vittime accertate e si teme che il bilancio possa ancora crescere. Nella tarda serata di ieri, dopo l’attentato del pomeriggio, un altro attacco sarebbe stato sventato dalla Polizia e dalle forze dell’ordine che lavorano alla protezione dello stato. Sono stati infatti uccisi ben 5 attentatori a Cambrils, non ci sono dubbi che anche in questa cittadina sulla costa, si cercava di ferire e uccidere il maggior numero di persone possibile. Gli agenti infatti hanno fermato subito l’attentatore che con la sua macchina aveva cercato di investire un gruppo di persone. Inoltre, secondo quanto riferiscono i media spagnoli, gli attentatori indossavano delle cinture esplosive. L’attacco di questa notte a Cambrils è collegato a quello di ieri pomeriggio a Barcellona. Dopo l’anticipazione del ministro degli Interni della Generalitat de Catalunya Joaquim Forn i Chiariello, è arrivata anche la conferma del commissario capo dei Mossos d’Esquadra, la polizia autonoma catalana, Josep Lluis Trapero. Anche durante questo secondo attentato, le persone presenti sul lungomare, hanno cercato di scappare rifugiandosi in bar e alberghi. Al momento non risultano esserci vittime, si parla solo di feriti lievi. 

I cinque terroristi, secondo la televisione pubblica, stavano tentando di portare a termine un attacco simile a quello di Barcellona. Sette persone sono rimaste ferite, due in modo grave. Secondo molti si è trattato di un attentato sventato: un’auto ha falciato dei pedoni intorno alla mezzanotte sul lungomare della stazione balneare 120 chilometri a sud del capoluogo catalano, proprio come il furgone che ha ‘puntato’ le persone sulle Ramblas. Uno dei civili feriti è in condizioni gravi, hanno annunciato i servizi di emergenza della Catalogna sul loro profilo Twitter.

ATTENTATO A BARCELLONA IL 17 AGOSTO 2017: CI SONO 13 MORTI, TRA I FERITI POTREBBERO ESSERCI DEGLI ITALIANI

Al momento il bilancio ufficiale è di 13 vittime, la speranza è quella che il numero non cresca nelle prossime ore. Il Governo italiano al momento non dà comunicazioni ufficiali in merito alla possibilità che tra i morti ci possa essere un nostro connazionale. Sembra invece quasi certa la presenza di diverse persone italiane tra i feriti portati in ospedale dopo l’attentato. Al momento però sulla identità delle persone coinvolte in questo attentato, vige il massimo riserbo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.