Caso Yara Gambirasio, parla la vedova Guerinoni: “Mio marito non ha lasciato figli in giro”


Per la prima volta da quando il dna di ignoto 1 è stato identificato, parla la vedova di Giuseppe Guerinoni che non è mai voluta entrare in questa vicenda ma che oggi, racconta quello che ha provato in questi lunghi anni. Lei che dovrebbe essere la moglie del padre di Massimo Giuseppe Bossetti, l’assassino di Yara Gambirasio non ci sta, e nella sua intervista per il settimanale Oggi spiega che chi ha lavorato lo ha fatto male. Lei non riesce a credere che suo marito abbia lasciato figli illegittimi in giro per la bergamasca ed è quindi convinta che Bossetti non sia il figlio di Guerinoni.

Ecco le parole della donna: “Siamo stati utilizzati perché qualcuno potesse coprirsi di gloria e di riconoscimenti. E qualcuno non ha fatto onore alla sua professione. Mio marito lo conoscevo troppo bene. Non ha lasciato figli in giro. Mi sarei accorta se mi avesse nascosto qualcosa .”

PARLA LA VEDOVA DI GUERINONI: ECCO LE SUE PAROLE SU MASSIMO BOSSETTI

E in merito al coinvolgimento di Massimo Bossetti in questa vicenda, la donna esprime il suo personale giudizio spiegando: “Bossetti? Un povero disgraziato. Mi fa pena. Vorrei guardarlo negli occhi e parlargli. Un giorno la verità salterà fuori. Temo che sia diversa da quella che ci hanno raccontato” .

La vedova di Guerinoni quindi, non solo non crede che Bossetti possa essere il figlio illegittimo di suo marito ma pensa anche che sia una vittima in tutta questa vicenda e che non abbia nulla a che fare con l’omicidio di Yara Gambirasio anzi, che stia pagando per qualcosa che non ha fatto.

La vedova di Guerinoni non è la sola a dire che suo marito non ha avuto dei figli illegittimi. Anche Ester Arzuffi, madre di Bossetti, ha sempre negato di aver avuto un rapporto sessuale con l’uomo non riuscendo mai a spiegarsi come sia stato possibile arrivare a quell’esito sul dna di suo figlio.

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close