Eruzione Stromboli, due violente esplosioni e piccole scosse di terremoto: morto un escursionista

eruzione stromboli

Eruzione Stromboli, ci sono state due violente esplosioni nel pomeriggio di ieri e sono state registrate alcune piccole scosse di terremoto. Un escursionista è morto. Si tratta di Massimo Imbesi, 35 anni, di Milazzo (Messina). Almeno tre persone sono rimaste ferite a seguito delle esplosioni, tra cui due escursionisti, che sono caduti. Non è mancata la paura delle persone presenti. Alcuni, per paura dei roghi sviluppati in varie aree, si sono buttati in mare, altri hanno trovato riparo in casa.

STROMBOLI, VIOLENTE ESPLOSIONI: ECCO CHI ERA LA VITTIMA DEL VULCANO

L’eruzione del vulcano Stromboli, situato sull’omonima isola, ha provocato la morte di un escursionista. Massimo Imbesi, 35 anni, era originario di Milazzo (Messina). Si trovava in quell’area insieme ad un amico di origini brasiliane, che è rimasto ferito e non è grave. Le esplosioni hanno provocato moltissima paura tra chi si trovava sull’isola e in molti hanno cercato riparo in mare o in casa. Chi ha potuto, si è allontanato in barca.

ERUZIONE STROMBOLI, ESPLOSIONI MOLTO VIOLENTE: SONO TRA LE PIU’ FORTI MAI REGISTRATE

Le esplosioni di ieri sono tra le più forti mai registrate. L’Ingv ha fatto sapere che i due eventi, avvenuti intorno alle 16.46 di ieri, sono tra i più forti mai registrati dal 1985 ad oggi, ovvero da quando è attivo il sistema di monitoraggio del vulcano in questione. Un fumo molto denso e scuro ha ricoperto buona parte dell’Isola di Stgromboli, che fa parte dell’arcipelago delle Eolie. La frazione di Ginostra è stata la più colpita e sono stati registrati diversi danni. Il prefetto di Messina, immediatamente dopo le esplosioni, ha provveduto ad attivare l’Unità di crisi al fine di monitorare in maniera costante la situazione.

VIOLENTE ESPLOSIONI A STROMBOLI, NOTTE TRANQUILLA: REGISTRATE PICCOLE SCOSSE DI TERREMOTO

Nel corso della notte la situazione è rimasta tranquilla a Stromboli. Vigili del fuoco e Canadier in queste ore stanno lavorando per spegnere tutti i focolai provocati dalle esplosioni del vulcano. I turisti hanno preferito lasciare l’arcipelago attraverso aliscafi e traghetti diretti a Milazzo. Intanto la Regione Sicilia, su richiesta del sindaco di Lipari, in via del tutto precauzionale ha inviato la motonave Helga della Caronte & Tourist Isole Minori. In caso fosse necessario evacuare la popolazione presente sull’isola, il mezzo sarebbe pronto. Tuttavia attualmente tale ipotesi è stata esclusa.

L’eruzione del vulcano Stromboli ha provocato anche delle piccole scosse di terremoto, al di sotto della magnitudo 2. Queste dovrebbero dipendere dall’assestamento del vulcano. Sull’isola sono ancora evidenti i detriti del vulcano e inoltre si può vedere uno strato di pomice nera abbastanza alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.