Il giallo di Trieste: anziano ucciso e nascosto in un sacco, la compagna ucraina è scomparsa

Che cosa è successo davvero all’uomo che è stato trovato morto nascosto in un sacco sul balcone di casa sua? E’ quello che si stanno chiedendo gli inquirenti da quando sabato, il cadavere dell’uomo, è stato ritrovato. E’ un vero e proprio giallo quello che arriva da Trieste perchè sembrerebbe proprio che l’uomo sia stato ucciso. Non solo, la compagna dell’uomo da quel giorno non si trova, sembra essere scomparsa nel nulla.

Non si capisce ancora se la donna, che aveva una decina di anni in meno rispetto a Libero Foti, sia andata via prima della morte dell’uomo o se risulta essere scomparsa anche prima. Secondo le ultime notizie che arrivano da Trieste infatti, il cadavere era avvolto in diversi sacchi di nylon ed era sul balcone almeno da due settimane. Il medico legale sembra essere convinto del fatto che la persona che ha avvolto Liberto nei sacchi, lo ha fatto con una particolare accortezza, come se avesse quindi molto tempo da dedicare senza che potesse essere “scoperto”.

L’OMICIDIO DI LIBERO FOTI: LE ULTIME NOTIZIE SUL GIALLO DI TRIESTE

Le indagini proseguono in tutte le direzioni ma è chiaro che tutto lascia pensare che la donna, sia in qualche modo coinvolta in questa vicenda; “per una  serie di coincidenze – come ha confermato il procuratore capo di Trieste, Carlo Mastelloni – i sospetti non possono che gravare sulla convivente” . Inoltre sulla porta dell’appartamento non ci sono segni di effrazione, anche per questo si crede che non si possa trattare di una rapina finita male.

Non ci sono neppure dubbi sul fatto che l’uomo sia stato colpito da un malore. Infatti l’uomo è stato ucciso: aveva la gola tagliata. Sono stati i vigili del fuoco, insieme alle forze dell’ordine, a scoprire il suo cadavere. I vicini, non vedendo da tempo Libero, hanno chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Nessuno però ha idea di che fine abbia fatto la compagna ucraina di Liberto Foti.

Secondo quanto raccontato anche oggi nella puntata di Pomeriggio 5 dalla giornalista Ilaria dalle Palle, una vicina di casa, il 12 ottobre 2019 avrebbe sentito proprio Libero gridare, chiedendo aiuto. Erano circa le 10 del mattino ma la donna non si è preoccupata più di tanto perchè pare che Libero gridasse spesso. Da quel giorno però i vicini non hanno più visto nè Libero nè la sua compagna ucraina. I due vivevano insieme in quell’appartamento da dieci anni.

E’ chiaro che se la donna avesse in qualche modo delle responsabilità in questa vicenda, trovarla sarebbe complicato visto che avrebbe avuto tutto il tempo di lasciare l’Italia e andare altrove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.