Acqua alta a Venezia ultime notizie: la situazione peggiora con l’arrivo di una nuova piena

acqua alta venezia

E’ ancora allarme per l’acqua alta a Venezia dove le ultime notizie non sono delle migliori. Infatti la situazione peggiora con l’arrivo di una nuova piena. Le sirene d’allarme sono state attivate nuovamente nella città veneta, dove il livello dell’acqua torna ad alzarsi e il picco è previsto poco prima delle 11.30 di oggi. Gli aggiornamenti arrivano dal Centro Maree, che parla di un picco di 160 centimetri per l’acqua alta a Venezia. A non agevolare la situazione è ancora la pioggia, che è tornata a cadere. Dunque sono ore tutt’altro che tranquille per la città e per i suoi abitanti. Scopriamo cosa sta succedendo e quali sono i consigli per i cittadini in queste ore critiche per la città di Venezia.

Acqua alta a Venezia ultime notizie: l’avviso del sindaco su Facebook

Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro si sta occupando di monitorare la situazione difficile. Su Facebook ha invitato i cittadini a evitare di muoversi e di tenersi aggiornati con il Centro Maree per monitorare il livello dell’acqua. Il problema è il vento di scirocco che continua a soffiare. E’ necessaria la collaborazione di tutti per affrontare questa situazione di emergenza.

Stato di emergenza a Venezia per l’acqua alta: le decisioni del Governo e del Premier Conte

In questi giorni molte aree del Veneto sono state vittime del forte maltempo. Questo ha portato a dichiarare lo stato di emergenza. Il Consiglio dei Ministri, nella serata di ieri, ha approvato lo stanziamento di 20 milioni di euro per far fronte alla situazione allarmante che sta vivendo quest’area dell’Italia, soprattutto la città di Venezia. Dunque ci saranno degli interventi dedicati alla messa in sicurezza per cercare di superare al meglio questa fase critica. Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri, ha fatto sapere che Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia, sarà il commissario per quanto riguarda lo stato di emergenza.

Conte, tramite il suo profilo Facebook, ha fatto sapere che verrà avviato “il piano per gli indennizzi“. Ai privati potrà essere erogata una cifra fino a 5mila euro nella fase più immediata, mentre le attività produttive potranno ricevere anche 20mila euro.

La situazione comunque va tenuta sotto controllo e deve essere stanziato denaro anche per interventi a lungo termine. Parliamo del rendere impermeabile Piazza San Marco, operazione che richiede circa 40 milioni di euro. Per mettere in sicurezza la Basilica, invece, serviranno altri 3 milioni di euro. Insomma, il Governo si sta muovendo su vari fronti per aiutare questa città, attualmente in ginocchio a causa dell’acqua alta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.