Roma, 51 arresti per droga: banda picchiava i clienti che non pagavano

roma arresti droga

A Roma sono stati effettuati 51 arresti per droga. Una banda di criminali disponeva anche di persone che picchiavano i clienti che non pagavano. L’operazione è stata portata avanti dalla guardia di finanza, che ha individuato la banda criminale che gestiva un intenso traffico di droga a Roma. L’indagine, coordinata dalla Procura di Roma, ha dunque portato a 51 misure cautelari emesse dal Gip. Gli arresti per droga sono avvenuti non solo a Roma, ma anche in altre parti del Lazio e addirittura in Sicilia e Calabria.

Roma, arresti per droga: sgominata banda criminale che riempiva la città di sostanze stupefacenti

L’indagine, di grande portata, ha condotto all’individuazione delle persone coinvolte nel traffico di droga. Secondo quanto si apprende, era presente anche una banda di picchiatori che aggredivano i clienti colpevoli di non aver pagato. Ma non solo, perché per indurre i clienti a pagare, venivano messe in atto anche estorsioni e violenze di vario genere. Gli spacciatori si occupavano di diverse piazze romane, un gran numero, nelle quali avveniva lo scambio.

Gli arresti: 50 persone finiscono in carcere per droga

Le persone per le quali sono state disposte le misure cautelari sono 51. Solamente per una sono stati previsti gli arresti domiciliari, mentre le altre 50 sono finite direttamente in carcere. Un intenso lavoro di indagine ha portato a tale epilogo, con il lavoro della Procura di Roma che ha coordinato i lavori e della guardia di finanza che ha effettuato gli arresti.

Le parole di Virginia Raggi, sindaco di Roma, dopo gli arresti

A parlare della vasta operazione, che ha coinvolto anche altre aree oltre a Roma sia nel Lazio che in Sicilia e in Calabria, è stata Virginia Raggi, sindaco di Roma. Ha dunque reso nota la notizia, che stava già circolando, con un tweet.

Come si legge nel tweet di Virginia Raggi, il sindaco scrive: “Grazie a Gdf e Procura di Roma per maxi operazione, con 51 arresti, contro organizzazione che inondava di droga la nostra città“. Dunque ha concluso dicendo che “le istituzioni sono unite per combattere criminalità e violenza“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.