Varese: maestra maltrattava i bimbi del nido e si appartava con il compagno per avere rapporti intimi

maestra maltrattava bimbi nido

E’ terribile quello che accadeva in un asilo della provincia di Varese, dove una maestra maltrattava i bambini del nido e si appartava con il compagno per avere rapporti intimi. Inoltre insultava i piccoli anche per la provenienza geografica, rivolgendosi a loro con frasi come “sei un terrone”. La donna, non contenta delle botte e delle brutte parole rivolte ai piccoli, si appartava anche in un’altra stanza con il compagno per avere rapporti intimi. Il fatto è accaduto in un asilo nido di Cocquio Trevisago, in provincia di Varese. Ora la donna è stata sospesa dal suo ruolo di maestra. Inoltre è indagata con l’accusa di maltrattamenti su minori. 

Maestra maltrattava i bimbi del nido in provincia di Varese: è stata sospesa ed è indagata

A far emergere quello che accadeva in questo asilo nido di Cocquio Trevisago (Varese), sono state le riprese effettuate con le telecamere installate dai Carabinieri a seguito della disposizione del pm di Varese. E’ dunque emerso in maniera chiara che la donna si appartasse con il suo compagno in una stanza per avere rapporti intimi. L’uomo poteva entrare e uscire a piacimento dall’asilo nido, come se tutto fosse normale. 

Ma non finisce qui, perché le urla e le offese contro queste piccole creature erano all’ordine del giorno. E’ questo quanto accertato dalle indagini condotte dai carabinieri. I piccoli venivano insultati, presi anche a schiaffi, nonché lasciati da soli mentre piangevano. 

Le frasi discriminatorie della maestra ai bimbi del nido

Questi piccoli bambini indifesi erano costretti dunque a subire l’ira di questa maestra, che avrebbe dovuto prendersi cura di loro. Invece li maltrattava picchiandoli e insultandoli. A qualcuno la donna ha detto: “Sei un terrone“. Inoltre diceva loro cose come: “Guardati, fai schifo“. Si tratta di parole che un educatore non dovrebbe mai rivolgere a un bambino, che dimostrano la completa mancanza di professionalità della maestra e anche di passione per il suo lavoro.

L’allarme dei genitori e le indagini

Le indagini da parte dei Carabinieri è iniziata a seguito dei dubbi dei genitori di un bimbo. Avevano notato che il figlio presentava delle difficoltà dal punto di vista relazionale. Inoltre il bambino aveva degli incubi durante la notte. Saranno ora ulteriori indagini e testimonianze a far emergere ulteriori dettagli su quello che succedeva in questo asilo nido della provincia di varese. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.