Incidente Senigallia, Sonia e Elisa travolte e uccise: arrestato il conducente, quella notte guidava ubriaco


incidente senigallia conducente ubriaco

Nella notte tra il 5 e il 6 gennaio un terribile incidente in Senigallia ha portato alla morte di due donne, Sonia e Elisa, travolte e uccise. E’ stato arrestato il conducente dell’auto che, a quanto pare, quella notte guidava ubriaco. Il tasso alcolemico riscontrato nel sangue era 4 volte superiore ai limiti consentiti dalla legge italiana. La tragedia si è consumata in Senigallia, precisamente sulla strada provinciale Arceviese. Le vittime sono Sonia Farris, 34 anni, e Elisa Rondina, 43 anni. Si tratta di due donne di Fano che avevano trascorso la serata presso la discoteca Megà. Mentre camminavano a bordo strada un’automobile le ha travolte e alla guida c’era un uomo della zona, Massimo Renelli, 48 anni.

Incidente Senigallia, il conducente dell’auto che ha travolto Sonia e Elisa era ubriaco: tasso alcolemico 4 volte superiore ai limiti

L’incidente avvenuto in Senigallia ha sconvolto gli abitanti della zona. Sonia e Elisa erano due amiche. Sonia, 34 anni, lavorava come parrucchiera nel suo negozio a Saltara e dunque era molto conosciuta. Elisa, 43 anni, era un’insegnante che lavorava presso Tavernelle, una frazione del comune di Colli al Metauro. Entrambe amavano i balli latinoamericani. Abitavano vicine e nella serata del 5 gennaio avevano deciso di trascorrere una serata all’insegna del divertimento. Presso il locale Megà di Senigallia quella sera si teneva l’evento Mega Notte Latina. Non potevano immaginare quello che sarebbe accaduto poche ore dopo.

Il drammatico incidente che ha sconvolto la Senigallia è avvenuto tra le 4 e le 5 di notte del 6 gennaio 2020 tra Casine di Ostra e Bettolelle. Si trovavano a bordo strada Sonia e Elisa e camminavano, forse per raggiungere l’automobile per tornare a casa. A un certo punto però sono state travolte da un’auto che le ha sbalzate di qualche metro non lasciando loro scampo. I loro corpi si trovavano in un campo vicino quando sono arrivati i soccorsi, contattati dallo stesso investitore. Per le due non c’è stato nulla da fare. Sul luogo dell’incidente, oltre ai sanitari del 118, sono intervenuti anche la polizia stradale e i vigili del fuoco.

Secondo quanto si apprende in queste ore, il conducente si sarebbe messo alla guida ubriaco. Il tasso alcolemico riscontrato sarebbe 4 volte superiore ai limiti previsti dalla legge italiana. E’ dunque stato arrestato con l’accusa di duplice omicidio stradale e ora sono in corso degli accertamenti per capire se fosse anche sotto l’effetto di droghe. Si tratta dell’ennesima tragedia sulla quale bisognerà fare ulteriore chiarezza. Non ci resta che attendere altri aggiornamenti.

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close