Coronavirus ultime notizie, dati 13 marzo 2020: oltre 15mila positivi, 1266 morti

Consueta conferenza stampa alle 18 di oggi 13 marzo 2020 con il presidente Brusaferro e il presidente della protezione civile Angelo Borrelli. Al momento i numeri continuano a crescere, come ribadito dai medici e da chi sta gestendo questa epidemia, per avere dei numeri in calo si dovrà aspettare almeno due settimane dopo le misure restrittive.

Sono 14.955 i malati di coronavirus in Italia, 2.116 in più di ieri, mentre il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 17.660. Il dato è stato fornito dal commissario per l’emergenza Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione Civile.

Sono 1.328 i malati ricoverati in terapia intensiva, 175 in più rispetto a ieri. Il dato è stato fornito in conferenza stampa. Dei 14.955 malati complessivi, 7.426 sono poi ricoverati con sintomi e 6.201 sono quelli in isolamento domiciliare.  Sono 1.266 i morti per coronavirus in Italia, 250 in un solo giorno, secondo i dati forniti dalla Protezione civile. Ieri l’aumento era stato di 189 decessi.

Anche oggi in conferenza stampa viene lanciato un appello per la donazione del sangue. “E’ importante che non interrompiamo le donazioni di sangue in questo periodo, non interrompete le vostre pratiche, non ci sono ragioni per non farlo” ha ricordato Brusaferro.

Entro oggi uscirà un bollettino epidemiologico dell’Istituto Superiore di Sanità che mostrerà i trend, un bollettino che non può essere aggiornato giornalmente e puntualmente ma serve per far comprendere i trend del fenomeno. Si capisce dove stiamo andando nelle varie arie del nostro paese, sarà emanato e pubblicato il martedì e il venerdì, si inizia questa sera lo troverete sul nostro sito” ha detto Brusaferro.

La media delle persone decedute ha una età media di 80 anni. Sono soprattutto gli uomini. Le fasce di età più colpite sono dai 70 anni in su con un piccolo tra gli 80 e i 90. Le persone maggiormente colpite, che muoiono in questa ondata di epidemia, mediamente hanno almeno altre due patologie pregresse.

Ci sono due pazienti deceduti con età inferiore ai 40 anni. Una di queste persone aveva una patologia, un’altra persona aveva 39 anni e aveva obesità e diabete ed è deceduta a casa.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: I DATI REGIONE PER REGIONE DEL 13 MARZO 2020

La regione più colpita è ancora la Lombardia che tocca quasi i 10mila casi di positivi. La situazione si è aggravata molto a Brescia, che ora è la seconda provincia per casi dopo Bergamo. Seguono Milano e Cremona.

Segue l’Emila Romagna con 2263 casi. Il Veneto con 1595. Come detto questa mattina anche dallo Spallanzani, picco nel Lazio ieri con 77 casi ma la situazione, dicono i dottori, è al momento sotto controllo.

Ecco il grafico con il report regione per regione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.