Castellammare di Stabbia lite in strada: muore un 17enne, grave un altro giovane in ospedale

Le ultime notizie che arrivano da Castallammare di Stabbia riguardano una rissa che sarebbe avvenuta in strada. Una litigata che sarebbe costata la vita a un ragazzo di 17 . Il giovane sarebbe morto a causa delle ferite riportate nel corso dell’aggressione. Secondo quanto riportando i media locali, durante la rissa sarebbe rimasti ferito in maniera grave anche un 30enne, Carlo Langelotti, che è ricoverato nello stesso ospedale: sarebbe stato proprio lui ad accompagnare, sebbene ferito, il giovane al pronto soccorso. Secondo quanto si legge su Fanpage.It, i due giovani sarebbero di Pimonte, comune limitrofo. La lite sarebbe iniziata in strada, a Gragnano, che sarebbe degenerata e sfociata in coltellate. La polizia ha aperto le indagini e non si esclude nessuna pista. Nelle prossime ore saranno analizzati tutti i filmati delle telecamere di sicurezza per capire cosa è successo e per comprendere chi c’era in strada al momento della presunta rissa.

CASTELLAMMARE DI STABBIA LITE IN STRADA: MUORE UN MINORE, FERITO UN 30ENNE

Dai primissimi accertamenti, sembrerebbe che i due siano giunti all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia a bordo dell’Audi Q3 guidata dal trentenne, già feriti gravemente. Pare che i medici abbiano cercato di fare il possibile per salvare la vita del ragazzo di 17 anni ma le ferite erano probabilmente troppo profonde e non c’è stato nulla da fare. E’ morto pochi minuti dopo l’arrivo in ospedale, intorno alle 4 di notte. Il ragazzo che era alla guida della macchina, sarebbe ferito in modo grave e avrebbe perso molto sangue per questo le sue condizioni sono critiche. Secondo una prima ricostruzione, tuttavia non ancora confermata dalle forze dell’ordine, potrebbe essersi trattato di una lite avvenuta nella notte nella vicina Gragnano, su via Vittorio Veneto.

Bisognerà anche capire come mai i due ragazzi abbiano deciso di andare in ospedale in macchina e non chiamare invece una ambulanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.