Torino, morta la bimba di 8 mesi: la mamma si era gettata con lei dalla finestra per scappare da un incendio

Non ce l’ha fatta la bambina di 8 mesi che, come raccontano i medici, ha cercato in tutti i modi di tenersi attaccata alla vita che da poco le era stata donata. Ha lottato ma poi si è dovuta arrendere. Oggi 19 giugno 2020 è morta. La piccola di otto mesi coinvolta nell’incendio divampato venerdì della scorsa settimana nell’ascensore del condominio di via Rondissone 30 è deceduta questo pomeriggio in ospedale, dove i medici hanno cercato con tutte le forze di salvarle la vita. Il rogo aveva trasformato il palazzo in una camera a gas. La mamma della bambina, nel disperato tentativo di salvarla, si era gettata dal balcone. Purtroppo però la bambina non ce l’ha fatta.

Secondo una ricostruzione diversa, la donna potrebbe aver deciso di scappare dall’incendio non gettandosi dal terrazzino ma passando da quello di casa sua a un altro. E forse sarebbe caduta proprio mentre ci provava.

TORINO E’ MORTA LA BAMBINA I 8 MESI: LA MAMMA SI ERA GETTATA CON LEI DAL BALCONE

La mamma della bambina di otto mesi e la sua figlioletta erano in casa al momento dell’incendio divampato in palazzina. Si trovavano nel loro appartamento al terzo piano. Quando la donna ha capito che il fuoco le avrebbe travolte ha deciso di provare gettarsi dalla finestra per salvarla. Le ferite riportate nella caduta sono risultate subito molto gravi per entrambe. La mamma della bambina è ancora in ospedale in condizioni gravi.

Dall’ospedale in cui è ricoverata la donna, i medici fanno sapere che ancora oggi le sue condizioni sono gravissime. Al momento lotta tra la vita e la morte e nelle prossime ore potrebbe subire una importante operazione alla colonna vertebrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.