Bimbo di 5 anni annega in piscina a Ferrara: si indaga


Non è la prima volta che dobbiamo raccontare di drammi simili. Questa volta la notizia arriva dalla provincia di Ferrara. Erano circa le 16,30 del 12 luglio 2020 quando una giornata di relax per una intera famiglia si è trasformata nel peggiore degli incubi. Il piccolo Massimiliano, 5 anni, è caduto in piscina ed è annegato. Era insieme alla famiglia in un agriturismo. Adesso le forze dell’ordine indagano per capire cosa sia successo: il bambino è scivolato, ha avuto un malore mentre era in acqua? Ad accorgersi del corpicino del piccolo altri clienti della struttura ricettiva che hanno subito chiesto aiuto e cercato di salvare il piccolo. Ma per il bambino, non c’era ormai più nulla da fare.

Il dramma si è consumato in un agriturismo di Bosco Mesola. Al momento la struttura è sotto sequestro per permettere alle forze dell’ordine di svolgere il loro lavoro.

MASSIMILIANO MUORE A 5 ANNI ANNEGANDO IN PISCINA

Si stanno ascoltando tutte le persone presenti per capire che cosa è realmente successo. Massimiliano stava trascorrendo il pomeriggio nell’agriturismo insieme alla sua mamma. Le altre persone presenti, come si legge sul Resto del Carlino oggi, avrebbero detto che poco prima di annegare, il piccolo stava mangiando un gelato. Poi lo hanno visto avvicinarsi alla piscina. Non è ancora chiaro quindi se si sia sporto troppo, se sia scivolato o se abbia avuto un malore.

 Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e l’elisoccorso da Cona. I medici si sono diretti immediatamente verso la piscina e hanno cercato, purtroppo invano, di rianimare il piccolo, ma per Massimiliano non c’è stato nulla da fare.

Sotto choc l’intero paese in cui il piccolo e la sua famiglia vivevano, il sindaco sta pensando di proclamare il lutto cittadino. Il titolare dell’agriturismo, ascoltato da alcuni giornalisti ha dichiarato:  “il bambino aveva mangiato un gelato e poi la tragedia. Ma mi creda non so niente di più ( dal Resto del Carlino).

( immagine di repertorio)

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close