Zona verde regole e restrizioni per le regioni: cosa si può fare e cosa no

coronavirus zona verde

C’è ansia da zona in queste ore in Italia. Il motivo? Il Ministero della salute non ha ancora confermato quali saranno le regioni che faranno parte delle tre diverse zone, verde, arancione e rossa. La zona verde è quella che, alla luce dell’ultimo Dpcm, è investita da poche nuove restrizioni. Fanno parte di questa zona tutte quelle regioni che in queste ultime settimane non hanno registrato un’impennata dei contagi da Covid 19. Per queste zone l’attenzione resta alta e, in caso qualcosa cambiasse in negativo, il Governo si è detto pronto a intervenire con nuove misure. Ma per il momento il nuovo Dpcm emanato nella tarda serata di ieri lascia più o meno invariate le cose fino al prossimo 3 dicembre. Riepiloghiamo dunque cosa si può fare e cosa no nelle zona verde ( in alcuni casi viene anche definita zona gialla).

AGGIORNAMENTO: Nel pomeriggio del 4 novembre 2020, le principali agenzie di stampa in Italia fanno sapere che le zone verdi non ci saranno; il Governo infatti ha optato, o meglio avrebbe optato, visto che al momento non si sa ancora nulla di definitivo, per le zone gialle. In queste zone resterebbero comunque valide le restrizioni che si erano associata alle zone verdi.

Zona verde regole e restrizioni per le regioni: sì al coprifuoco

Si può uscire di casa in zona verde e a che ora scatta il coprifuoco? Nelle regioni a basso rischio di contagio resta valido il coprifuoco imposto dal Governo nei giorni scorsi. Sarà quindi vietato uscire dalle 22 alle 5 del mattino, a meno che lo spostamento non sia di carattere d’urgenza e, allora, in quel caso possibile.

Zona verde regole e restrizioni per le regioni: le ultime su bar e ristoranti

Nelle zone verdi restano valide le ultime regole varate una decina di giorni fa su bar e ristoranti. Possono restare aperti fino alle 18 dopodiché potranno fare solo servizio d’asporto fino alle 22. Resterà vietato, dopo le 18, consumare fuori dal locale, questo al fine di evitare i pericolosi assembramenti da cui ormai da tantissimo tempo si parla.

Zona verde, regole e restrizioni: parrucchieri e estetisti aperti

Restano aperti parrucchieri e estetisti che dovranno assolutamente attenersi ai protocolli di sicurezza per preservare la loro salute e quella dei clienti. Per il momento questo genere di attività resta aperto in tutta Italia, come definito dall’ultimo Dpcm che cambia rispetto alla bozza. Per precisione vi alleghiamo anche lo screen della pubblicazione in PDF:

Zona verde regole e restrizioni per le regioni: consigliato lo smart working

Anche se nelle zone verdi ci sono meno restrizioni, questo non significa che la possibilità di contagio sia più bassa; ci sono anche altre varianti da tenere in considerazione; prendiamo ad esempio la regione Lazio, che a quanto pare farà parte di questa area, è chiaro che in città come Roma, il rischio contagio resta altissimo; per questo il Governo invita le aziende e in generale tutti coloro che ne hanno la possibilità a preferire il lavoro da casa ovvero lo smart working. In questo modo si cerca di ridurre il numero di persone in circolazione e sui mezzi pubblici che, ancora ad oggi, restano uno dei luoghi più affollati e quindi a più alto rischio di contagio.


Zona verde, attività sportiva all’aperto e regole di base

Consentito effettuare attività sportiva all’aperto rispettando le regole di base (distanziamento) che sono fondamentali per contenere il rischio di contagio. Quando ci si muove, è obbligatorio l’uso della mascherina. Igienizzare spesso le mani è un’altra delle buone abitudini da portare avanti per diminuire i rischi di contagio.

Ricapitolando, con alcune delle domande più frequenti:

Quando entra in vigore il Dpcm? Giovedì 5 novembre.
Quanto durano le misure restrittive? Fino al 3 dicembre.
Posso spostarmi liberamente? Durante la giornata non ci sono limiti, alle 22 scatta il coprifuoco.
Posso uscire dopo le 22? Soltanto per «comprovate esigenze» dunque motivi di lavoro, salute e emergenze.
Devo avere l’autocertificazione? Si, il modulo va compilato con le generalità e il motivo dello spostamento e consegnato in caso di controllo. Se si tratta di un’urgenza non si deve indicare il nominativo delle persona da cui si va per motivi di privacy.
Posso andare al bar? Sì ma fino alle 18
Posso andare al ristorante? Sì ma fino alle 18. Dopo è consentita la consegna a domicilio e fino alle 22 si può prendere cibo da asporto ma non si può consumarlo nelle adiacenze del rivenditore o all’aperto.
Posso andare al museo? No dopo cinema e teatri sono stati chiusi anche i musei e le mostre
Posso andare nei centri commerciali? Sì ma solo fino al venerdì sabato e domenica sono chiusi anche nelle zone verdi.

QUI LE INDISCREZIONI IN MERITO ALLE POSSIBILI REGIONI IN ZONA ROSSA

Vi ricordiamo che nelle prossime ora sarà il ministero della salute a dare indicazioni precise in merito alle regioni che faranno parte della fascia a più basso rischio, e quindi delle regioni che rientrano in zona verde/gialla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.