Il giallo di Faenza: Ilenia Fabbri uccisa su commissione?

E’ davvero un vero e proprio giallo quello che arriva da Faenza. Non si sa ancora chi abbia ucciso Ilenia Fabbri. Un grande interrogativo che porta però al momento a escludere il movente passionale. Quello che sembra essere certo è che nessuno ha forzato la porta di casa. Non si esclude al momento l’ipotesi di un delitto su commissione, questo spiegherebbe il motivo per il quale l’assassino avrebbe avuto un mazzo di chiavi. Se così non fosse, l’altra pista porta invece a un conoscente: Ilenia potrebbe aver aperto alla persona che l’ha uccisa. Ricordiamo che al momento dell’omicidio in casa c’era anche un’altra persona, una amica della figlia di Ilenia. La ragazza, sentendo dei rumori in casa, ha deciso di chiudersi in camera da letto, avvisando la figlia di Ilenia che era uscita pochi minuti prima con il padre.

Ilenia Fabbri ultime notizie: è ancora giallo sull’omicidio della donna

Non era invece in casa il nuovo compagno di Ilenia, che al momento sembra non avere nessun legame con la morte della donna. Che cosa è successo allora in casa, in quella frazione di secondi? L’amica della figlia di Ilenia infatti, ha subito chiamato la ragazza dicendole che forse c’era un ladro in casa. A sua volta la figlia della Fabbri, ha subito chiamato le forze dell’ordine. Nel frattempo anche i vicini si sono messi in contatto con le forze dell’ordine. Hanno tutti sentito delle urla strazianti, urla di donne. Non ci sarebbe stata una voce maschile ma solo urla femminili.

Si tratta di un delitto su commissione?

Anche l’assenza di impronte è vista oggi come possibile dimostrazione dell’oculatezza del killer. E dalle ultime verifiche è emerso che nemmeno sulle finestre, così come sulle porte esterne, sono presenti segni di effrazione. Ma chi avrebbe voluto Ilenia morta?

Da giorni si parla della separazione di Ilenia dal suo ex marito. E non solo. Ci sarebbe un rapporto burrascoso nel passato dei due. La Fabbri aveva fatto causa al marito, dal quale si era separata nel 2018, per lamentare mancati compensi per alcune decine di migliaia di euro relativi al suo impiego nell’attività di famiglia; la prossima udienza – la seconda della causa – con i testimoni delle parti, era stata fissata per il 26 febbraio davanti al giudice del Lavoro del Tribunale di Ravenna. Si dice che probabilmente la cifra richiesta fosse di circa 100 mila euro.

Quella mattina Claudio, l’ex marito di Ilenia, si è presentato a Faenza per prendere Arianna. Lui e la figlia si sono messi in macchina alle 6 circa per recarsi a Milano, dove dovevano ritirare una auto nuova. Ma neppure 10 minuti dopo, l’amica di Arianna ( anche lei si chiama Arianna) ha chiamato la ragazza dicendole che in casa era entrato qualcuno. Praticamente questa persona avrebbe aspettato l’uscita di casa della ragazza per agire? Non sapeva che nella villetta a tre piani c’era anche un’altra persona? Non era interessata alla cosa?

In meno di otto minuti Ilenia Fabbri è stata barbaramente uccisa. In questa brevissima frazione di tempo, la Polizia è arrivata sul posto subito dopo la chiamata, l’assassino avrebbe agito, riuscendo poi anche ad allontanarsi senza farsi notare. E’ anche per questo motivo che si continua a pensare che il killer, fosse un professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.