A Tortolì trentenne accoltella la sua ex e uccide il figlio davanti a lei

Una nuova storia di violenza contro le donne arriva dalla Sardegna. Questa volta siamo a Tortolì, in provincia di Nuoro. Un uomo di 29 anni avrebbe accoltellato la sua ex davanti a suo figlio che sarebbe intervenuto per difenderla. Tra i due sarebbe nata una colluttazione e il figlio della donna aggredita avrebbe perso la vita. Sarebbe stato ucciso. Secondo le prime notizie che arrivano dalla Sardegna, la donna, una cinquantenne sarda, aveva già denunciato per stalking il suo ex. Purtroppo la storia ha avuto questo drammatico epilogo: la donna ha visto morire sotto i suoi occhi il figlio di 19 anni che ha cercato in tutti i modi di difenderla.

La donna è stata ricoverata in ospedale in gravi condizioni.

Tortolì: donna aggredita dal suo ex, il figlio morto nel tentativo di difenderla

Autore del delitto, avvenuto in via monsignor Virgilio intorno alle 5,45 di stamane, martedì 11, un pakistano di 29 anni che la donna, Paola Piras, aveva denunciato per stalking. Lo riferiscono questa mattina tutti i giornali sardi che hanno raccontato la notizia.

Secondo le prime informazioni raccolte, il 29enne si sarebbe arrampicato attraverso il pluviale fino alla casa della vittima. Qui, dopo una breve discussione, l’uomo ha accoltellato la donna, ferendola gravemente. Il figlio Mirko Farci, di 19 anni, intervenuto per difendere la madre, invece, è stato ferito a morte.

Sul posto, in pieno centro, ci sono carabinieri, polizia e guardia di finanza, coordinati dalla Pm di Lanusei Giovanna Morra. Di recente l’uomo, che si è dato alla fuga ed è ricercato in tutta l’Ogliastra, era stato arrestato per maltrattamenti ed era stato destinatario di una misura di divieto di avvicinamento alla donna. L’uomo non si è fatto nessun problema ad avvicinarsi alla casa nonostante il divieto.

Ora per le forze dell’ordine è iniziata la caccia all’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.