Ardea, si è tolto la vita il killer dei due fratellini. Ucciso anche un 84enne

Sembrava essere un uomo anziano la vittima predestinata del killer e invece, dalle informazioni che arrivano questo pomeriggio da Ardea, sembra proprio che nel mirino dell’uomo ci fossero i due bambini. Colpiti mentre erano in strada, questa mattina. L’uomo morto sul colpo si sarebbe gettato su di loro nel tentativo di fare da scudo e proteggerli. Ma purtroppo neppure questo gesto è servito a salvare la vita dei due bambini. Un’ora fa infatti, sono state diffuse le notizie dall’ospedale: entrambi i bambini sono morti. Ed è di pochi minuti fa anche un’altra notizia che chiude questa tristissima vicenda: l’uomo che ha ucciso i piccoli e il signore anziano, si è tolto la vita prima che le forze dell’ordine entrassero nel luogo in cui si era barricato.

Queste le ultime notizie da Colle Romito, frazione di Ardea, dove tutti sono sotto choc. Ma a quanto pare, la persona che ha ucciso tre persone oggi, non era nuova ad azioni pericolose. Pare infatti che già in passato fosse stato segnalato per avere dato fastidio ad alcuni vicini di casa.

Si è tolto la vita il killer di Ardea: le ultime notizie

L’uomo è rimasto barricato e per più di tre ore non ha dato risposta ai negoziatori che stavano cercando di convincerlo a uscire. Intorno alle 15.45 i militari hanno fatto irruzione nella villetta e hanno trovato l’uomo morto nella sua camera da letto. “La famiglia che occupa la villetta dove si è barricato l’omicida è stata segnalata più volte alle forze dell’ordine per episodi di degrado e molestie. Basti pensare che uno degli agenti della nostra vigilanza privata è addetto proprio a controllare quella villa”. Lo afferma all’Ansa il presidente del consorzio Colle Romito, Romano Catino.

I due bambini e il signore che ha cercato di proteggerli erano in un parco pubblico, questa mattina. Sono stati raggiunti da almeno 5 colpi di arma da fuoco, letali.

A rendere nota l’età dei due fratellini era stato Alessio d’Amato, assessore alla sanità e integrazione della regione Lazio che in un comunicato aveva dichiarato: “Ho avuto una prima relazione dalla Direzione Sanitaria dell’Ares 118. I nostri operatori sono sul posto con due elicotteri, due ambulanze e un’automedica per soccorrere le persone coinvolte nella sparatoria fra cui due bambini di 3 e 8 anni. La situazione rappresentata è gravissima e sono in costante aggiornamento con i nostri soccorritori”. Purtroppo i bambini non ce l’hanno fatta.

Secondo quanto si apprende da fonti investigative, non risulta alcun legame tra le tre vittime e l’omicida e non ci sarebbero vincoli di parentela tra i due fratellini e l’altra vittima. L’uomo, un anziano di 84 anni, stava passando in bicicletta per caso davanti al parco.

Il dolore del padre dei bambini uccisi

“A me per un po’ di droga mi tengono ai domiciliari e questo con la pistola nessuno lo controllava, e guardate cosa ha fatto“. Lo avrebbe urlato, secondo vari testimoni oculari, il padre dei due bambini uccisi mentre cercava di soccorrerli nell’area verde vicino alle villette dove è avvenuta la strage. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.