Covid e vaccino tra i giovani: la situazione in Italia

Vaccino per gli Over 30, in quali regioni si può già prenotare

Mentre si aspetta di sapere quali saranno le regole per il ritorno a scuola, arrivano i numeri della campagna vaccinale con le ultime notizie relative anche alle scelte dei più giovani di vaccinarsi. Da qualche giorno infatti i ragazzi possono accedere alle prime dosi di vaccino anti covid anche senza prenotazione, presentandosi negli Hub in cui è possibile farlo. I numeri crescono. Molti ragazzi infatti, anche per non dover fare sempre i tamponi per il green pass, hanno deciso di vaccinarsi, rompendo gli indugi. Prima di Ferragosto il numero di vaccinazione per la fascia 12-19 anni era cresciuta fino a toccare quasi 70mila dosi. Un mese prima – 13 luglio – erano la metà (34.411). Lo stesso giorno di giugno si viaggiava sotto quota 30mila (27.758). La campagna quindi sta procedendo.

Vaccini anti covid e giovani: i numeri in Italia

Ma qual è la situazione in Italia? Quali sono i numeri di questi ultimi giorni? Stando agli ultimi dati raccolti, la Regione che ha vaccinato più giovani è l’Abruzzo, che conta solo il 44,5% di non vaccinati, mentre ha ricevuto entrambe le dosi il 31,1% dei giovani, e almeno una al 23,5%. Sul “podio” anche Molise e Basilicata, entrambe con soltanto il 45,6% di 12-19enni senza nemmeno una dose. Il Molise ha vaccinato completamente il 27,7% dei giovani, la Basilicata il 21,9%. E’ chiaro che molto dipenda anche dal numero di giovani residenti in queste regioni, che non può essere paragonato a quelle più grandi, che necessariamente, ci metteranno un po’ di più a terminare.

La “classifica” delle regioni in cui sono stati vaccinati più ragazzi, vede poi al quarto posto la Sardegna (non vaccinato il 45,7% della fascia 12-19 anni, completamente vaccinato il 19,5%); segue la Puglia (non vaccinato il 46,9%, ha ricevuto entrambe le dosi il 24,7%), e poi ancora l’ Emilia-Romagna (47,2% senza nemmeno una dose, completamente vaccinato il 27,2%) la prima tra quelle con una popolazione “più importante”.

Sopra la media nazionale anche Lombardia (non vaccinato il 47,2% della fascia 12-19 anni, completamente vaccinato il 32,1%), Valle d’Aosta (non vaccinato il 50,1%, ha ricevuto entrambe le dosi il 14,7%), e Campania (50,7% senza nemmeno una dose, completamente vaccinato il 35,9%). Il Veneto, la provincia di Trento e il Lazio, per quello che riguarda i più giovani sono leggermente sotto la media nazionale. Nonostante la Calabria abbia iniziato tra le prime a vaccinare anche i più giovani, al momento è tra le ultime regioni in questa graduatoria. Seguono poi Umbria e Marche.

Passiamo invece alle regioni dove i numeri non brillano; percentuali di non vaccinati tra i 12-19enni più alte in Sicilia (non vaccinato il 54,7% della fascia 12-19 anni, completamente vaccinato il 27,5%), Toscana (non vaccinato il 54,9%, ha ricevuto entrambe le dosi il 15,9%), e Liguria (55,5% senza nemmeno una dose, completamente vaccinato il 27,1%). Chiudono la graduatoria: Friuli Venezia Giulia (non vaccinato il 55,9% della fascia 12-19 anni, completamente vaccinato il 27,5%), Piemonte (non vaccinato il 56,4%, ha ricevuto entrambe le dosi il 15,9%), e Provincia di Bolzano (64,8% senza nemmeno una dose, completamente vaccinato il 27,1%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.