Uccide la moglie e la figlia poi chiama i Carabinieri e si toglie la vita: le ultime da Carpiano

Ha ucciso sua moglie la figlia di 15 anni, poi ha chiamato le forze dell’ordine. Erano circa le 14 di questo pomeriggio. Ha annunciato che si sarebbe tolto la vita, invitando gli agenti a raggiungere la sua abitazione, dove si trovavano i cadaveri delle sue vittime. E si è suicidato, prima che i Carabinieri potessero arrivare e impedirgli di compiere il gesto estremo, dopo il duplice omicidio. E’ successo a Carpiano, un comune ai confini tra Lodi e Milano. Quando i carabinieri della Compagnia di San Donato Milanese sono giunti nei pressi dell’abitazione dell’uomo, non hanno più potuto fare nulla. A quel punto, i cadaveri erano tre.

La tragedia che si è verificata oggi è il miglior modo per essere ricordati come colossali vigliacchi. Non esistono problemi così insormontabili da giustificare il suicidio e l’omicidio“. Così si è appena espresso il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro, che guida le indagini su quanto accaduto nel Milanese.

Uccide moglie e figlia poi si toglie la vita: le ultime notizie da Carpiano

Quando sono arrivati nella casa di Francolino di Carpiano, una frazione del comune, hanno trovato tre cadaveri: quello di un uomo, di 70 anni, di una donna, P.C., 41enne, e di una ragazza, S.S.C. di soli 15 anni. Accanto ai corpi c’era anche un revolver che, a quanto sembra, era detenuto illegalmente. Secondo quanto si apprende, da tempo le cose in famiglia non stavano andando nel verso giusto. Si parla di continue litigate, probabilmente nel pomeriggio di oggi, l’ennesima discussione. L’assassino si chiamava Salvatore S.: ha lasciato un biglietto in cui parlerebbe dei dissidi con la moglie, una donna di origini filippine che da anni era in Italia e lavorava a Carpiano in una ditta di logistica. Nello stesso biglietto ha scritto di voler uccidere anche la figlia per non lasciarla sola. Saranno gli esami autoptici a stabile che cosa è successo in quella casa, alle due donne ma pare che siano state uccise mentre dormivano.

Secondo le ultime notizie, l’uomo viveva un momento complicato in quanto non riusciva a trovare lavoro, nulla che possa in nessun modo giustificare il suo gesto. Da qualche tempo la famiglia veniva aiutata dai servizi sociali ma la situazione in casa era particolarmente difficile per le difficoltà economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.