La Venere di Morgantina torna in Italia al museo di Aidone

 

In seguito ad una lunga contesa portata avanti per anni  tra l’Italia ed il californiano Jean Paul Getty Museum di Malibu, ha finalmente fatto ritorno a casa la scultura raffigurante una dea, nota a tutti con il nome di Venere di Morgantina.

La statua, arrivata sabato scorso all’aeroporto di Fiumicino, è giunta ieri in Sicilia su una nave proveniente dal porto di Civitavecchia, ed ha poi proseguito il suo viaggio da Palermo fino al Museo Archeologico Regionale di Aidone, una cittadina che si trova proprio nelle immediate vicinanze del sito dell’antica Morgantina (a non molti chilometri da Piazza Armerina). Qui la scultura si potrà ammirare, probabilmente già a partire dagli inizi del mese di maggio, all’interno di una sala appositamente allestita per l’occasione.

Acquisita dal Jean Paul Getty Museum alla fine degli anni ’80, dopo essere stata trafugata dall’Italia, con il passare del tempo questa scultura di dimensioni considerevoli (la sua altezza supera i due metri), scolpita in marmo bianco e travertino, era diventata uno dei punti forza del museo che, anche per questo, si dimostrava particolarmente restìo a restituirla.

Questa statua, in realtà, non è che una delle numerose opere d’arte che il museo californiano ha già dovuto restituire allo Stato italiano in seguito agli accordi raggiunti con il nostro Ministero dei Beni Culturali. Tra queste, ad esempio, le due statue di Demetra e Kore, anch’esse esposte oggi nel museo di Aidone.

Silvia Cresci

One response to “La Venere di Morgantina torna in Italia al museo di Aidone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.