Inventori uccisi dalle loro invenzioni, ecco chi sono (VIDEO)

Sapevate di inventori uccisi dalle loro invenzioni? Purtroppo accade. Alcune persone, con grande impegno e dedizione, inventano cose utili a tutti, che però gli si ritorcono contro, perdendo la vita proprio a causa delle loro stesse creazioni. Non sempre le cose vanno lisce, e questi inventori lo hanno provato sulla propria pelle, tanto da morirne. Ma chi sono questi inventori uccisi dalle loro invenzioni? Oggi ve ne mostriamo 10. Eccoli di seguito.

Al decimo posto troviamo Thomas Andrews (1873-1912), colui che ha progettato il Titanic: la nave ha colpito un iceberg per poi affondare, portando con sé anche il suo ideatore.

A seguire vi è Henry Winstanley (1644-1703), che ha inventato il Faro di Eddystone: rifiutò di abbandonare la sua invenzione durante la Grande Tempesta del 1703, e rimase vittima del crollo del faro.

Tra gli inventori uccisi dalle loro invenzioni all’ottavo posto troviamo Otto Lilienthal (1848-1896), l’inventore dell’aliante: il suo aliante fu colpito da una raffica di vento, e entrò in stallo durante il volo; cadde da 15 metri rompendosi la spina dorsale.

Al settimo posto c’è William Bullock (1813-1867), che inventò la macchina da stampa rotativa: mentre la provava, inciampò rompendosi un piede, che poi andò in cancrena uccidendolo.

Alexander Bogdanov (1873-1928) conquista il sesto posto tra gli inventori uccisi dalle loro invenzioni. Ideò la trasfusione di sangue e, praticandola su se stesso, utilizzò sangue contaminato o non compatibile.

Un quinto posto per Horace Hunley (1823-1863), ideatore del sottomarino: nel corso di un’esercitazione, il sottomarino affondò insieme a lui.

Vicino al podio c’è Thomas Midgley Jr (1889-1944), che si aggiudica il quarto posto per l’invenzione del letto ortopedico per disabili. Morì soffocato impigliandosi accidentalmente nelle stringhe.

Sul podio, al terzo posto tra gli inventori uccisi dalle loro invenzioni, troviamo Li Si, inventore del metodo di tortura delle 5 pene. Morì dissanguato perché mutilato di 5 parti del suo corpo, a seguito della condanna per tradimento.

Franz Reichelt (1879-1912) si aggiudica il secondo posto con l’invenzione della tuta da paracadutista: per provarla si lanciò dalla Torre Eiffel ma il paracadute non si aprì.

Primo posto per uno degli inventori uccisi dalle loro invenzioni: Marie Curie (1867-1934). Sua è la scoperta della radio e del polonio. Morì di anemia aplastica in quanto esposta a radiazioni per non aver preso precauzioni nel maneggiare materiale radioattivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.