Ecco le 10 cose da sapere sui sogni

La sfera onirica affascina da anni studiosi e gente comune. Ecco 10 cose da sapere sui sogni e che aiuteranno a migliorare a capire il proprio inconscio. I ricercatori hanno scoperto che alcuni temi ricorrono nelle notti di tutti, come per esempio essere inseguiti, volare o cadere nel vuoto.I ricercatori hanno scoperto che alcuni temi sono comuni nei sogni di tutti, come per esempio essere inseguiti, volare o cadere. Sigmund Freud riteneva che i sogni fossero una finestra sul nostro inconscio, ma sono molte le teorie in competizione fra loro al riguardo. La pittura surrealista (soprattutto Dalì con il suo metodo paranoico-critico) si era ispirata a quel mondo difficile da descrivere insito nel nostro cervello. Veniamo dunque alle 10 cose da sapere sui sogni.

1 Se non sei sicuro di star dormendo, leggi

Probabilmente accade più nei film che nella realtà, ma se non siete sicuri di star sognando, provate a leggere qualcosa. La maggioranza delle persone non è in grado di leggere nei loro sogni.

 

2 Quando si sogna?

Alcune ricerche dicono che sogniamo anche durante il sonno non-REM (NREM), mentre fino a pochi anni fa si pensava che il sogno avvenisse solo nella fase REM. Il sonno REM è la fase più vicina al risveglio, però, così si è più propensi a ricordare i sogni REM rispetto a quelli in NREM. A ogni fase del sonno corrisponderebbero sogni diversi. Durante il sonno REM, le persone riportano di aver interagito persone che conoscono nella vita reale, mentre in quella NREM è più comune avere a che fare con perfetti sconosciuti.

 

3 Sogni dolorosi

Il dolore entra in sogni. Dolori intensi danno vita a veri e propri incubi, ma uno studio dell’ospedale di Montreal in Canada ha dimostrato che, ad esempio, anche semplicemente toccare il piede di qualcuno che dorme fa sì che egli sogni un fastidio ai piedi.

 

4 Un aiuto alla memoria

Un esperimento condotto dal neuroscienziato Robert Stickgold, dell’Harvard Medical School, ha confermato che ricordano meglio coloro che subito dopo la lettura cadono in un sonno ricco di sogni rispetto. Questo perché il cervello durante il sonno profondo si darebbe da fare per trovare collegamenti tra le cose appena interiorizzate e quelle già memorizzate.

 

5 Sogni a colori

L’80% dei sogni sono a colori, ma una piccola percentuale di persone afferma di sognare in bianco e nero.

 

6 Il controllo dei sogni

Si definisce sogno lucido quello in cui si è consapevoli che si sta sognando, anche se si è ancora svegli. Durante questo tipo di sogno si può controllare il contenuto per 30 minuti. I sognatori lucidi sognano di  volare, passare attraverso i muri e viaggiare nel tempo.

 

7 Sogni famosi

Molti autori e inventori hanno dichiarato che le loro creazioni sono nate da un sogno. Tra questi la scrittrice Mary Shelley, che sognò il mostro di Frankenstein (molti confondono il mostro, che non ha nome, con il suo inventore, il dottor Frankestein, appunto), il geniale inventore Nikola Tesla e sembra che anche Larry Page  abbia trovato spunto nell’inconscio per la creazione di Google.

 

8 Emozioni negative

Il ricercatore americano Calvin S. Hall in 40 anni ha raccolto più di 50.000 descrizioni di sogni da studenti della sua università. Da essi è emerso che l’emozione più diffusa è l’ansia e che quelle negative prevalgono sulle positive.

 

9 Sogni universali

I sogni sono spesso influenzati dalle esperienze personali, ma i ricercatori hanno scoperto che alcuni temi sono comuni a tutti. Altre esperienze oniriche comuni includono esami scolastici, il sentirsi paralizzati, arrivare in ritardo, volare e trovarsi nudi in pubblico. Tutti temi riconducibili all’ansia per via di un evento imminente che ci preoccupa.

 

10 Premonizioni: verità o bugia?

Molti sostengono di aver avuto visioni riguardanti la morte di una persona cara o persino di aver capito in anticipo come sarebbe avvenuta la propria morte. Non c’è alcuna ricerca che confermi la veridicità di queste tesi, per cui al momento è meglio tacciarle come semplici leggende metropolitane.

 

Queste 10 cose da sapere sui sogni ci aiutano a far chiarezza ed bene inoltre sottolineare come spesso gli eventi quotidiano influiscano sul contenuto delle nostre fantasie notturne e che la creatività si attiva proprio poco prima di addormentarsi o appena svegli. Sono infatti questi i momenti in cui le onde theta (quelle della creatività) svolgono al meglio il loro lavoro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.