Londra, trovano un ragno nella busta delle banane: è il più velenoso al mondo


Una coppia di Londra fa una scoperta terrificante. Due coniugi trovano un ragno nella busta delle banane e si rendono conto che è l’esemplare più velenoso al mondo. Non solo si sono spaventati alla vista di quel ragno vicino la frutta appena acquistata, ma hanno poi fatto delle ricerche su internet per capire se poteva essere un esemplare pericoloso. Hanno così scoperto che era meglio stare alla larga da esso: è il più velenoso al mondo. Tim e Lisa avevano aperto le buste della spesa appena state recapitate da una catena specializzata nelle consegne a domicilio: la Waitrose. Inutile dire che il danno d’immagine per la compagnia è stato enorme dopo che i coniugi hanno trovato un Brazilian Wanderer: il ragno più pericoloso al mondo.

L’episodio è accaduto pochi giorni fa nel sud di Londra. La coppia ha chiamato i soccorsi e si è ben guardata dall’avvicinarsi alla busta della spesa. La catena che consegna la spesa si è scusata mandando un suo dipendente. Nonostante i tentativi di cattura, il ragno è riuscito a fuggire. La polizia ha consigliato alla famiglia di uscire dall’abitazione: nella busta c’erano decina di uova di ragno. Alla fine solo l’intervento di alcuni esperti in disinfestazioni ha risolto la situazione. Alla coppia è stato offerto un buono spesa, ma il timore che qualche componente della famiglia sarebbe potuto morire mangiando una banana è stato troppo grande: un buono sconto non basta.

Londra, escono per andare a ballare e dimenticano a casa la bimba malata: morta – LEGGI QUI


Dunque, a Londra c’è stata una vicenda inquietante. Due coniugi trovano un ragno nella busta delle banane e scoprono che è il più velenoso al mondo. Si trova al primo posto nella classifica degli aracnidi più velenosi stilata dal Guinness of record nel 2007. Chiamato anche ragno delle banane, il suo veleno è in grado di uccidere in sole due ore e ha già fatto 14 vittime in tutto il mondo.


Leggi altri articoli di Curiosità

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close