Canone Rai, arrivano e-mail truffa: come riconoscerle ed evitarle

Il Canone Rai, si sa, è una delle tasse più discusse e odiate dai cittadini. Oltre però a dover sostenere questa spesa, in molti si ritrovano a veder recapitate e-mail truffa. Oggi scopriamo come riconoscerle ed evitarle grazie alle dritte della Polizia di Stato e dell’Aduc, associazione dei consumatori. Esiste infatti il rischio concreto che, aprendo i link presenti il queste e-mail truffa o rispondendo ad esse, i cittadini possano essere derubati dei loro dati. Scopriamo dunque quali sono le e-mail a cui fare attenzione.

Queste e-mail truffa, all’apparenza, sembrano essere state inviate dalla Rai, ma non è così. Invitano a compilare form o ad aprire link, e questo può comportare dei rischi per i consumatori che potrebbero in questo modo fornire i propri dati sensibili a persone sbagliate.

ATTENZIONE ALLA TRUFFA TELEFONICA DEI PRESUNTI OPERATORI TELECOM

Il cambiamento del canone tv da pagare sta generando infatti un po’ di confusione al riguardo, e dunque, come sempre, c’è chi se ne approfitta e tenta di lucrare sul disorientamento dei cittadini.

Le e-mail truffa riguardanti il canone Rai sono dei tentativi di phishing. Come funziona? Si inviano delle e-mail ad un gran numero di persone con tanto di logo Rai allegato che invitano chi le apre a scaricare allegati, cliccare su link presenti nel corpo delle e-mail o a rispondere fornendo dati personali concernenti l’identità o addirittura la carta di credito.

Nell’ultimo periodo sono arrivate ad alcuni cittadini e-mail che invitavano al pagamento di 100 euro del canone Rai portando a cliccare sulla scritta “Scarica la fattura“. Naturalmente non dovete assolutamente seguire queste istruzioni e neanche rispondere al mittente, perché si tratta di e-mail truffa molto pericolose.

Si ricorda dunque a tutti che l’unico modo per pagare il canone Rai è per vie ufficiali, perché l’azienda non invierà alcuna e-mail a nessuno.

LA TRUFFA DEL FINTO INCIDENTE, FATE ATTENZIONE ALLE TELEFONATE E RICHIESTE DI SOLDI

E voi avete ricevuto e-mail sospette di questo tipo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.