Il figlio di Michael Bublé ha iniziato la chemioterapia, Noah ha il cancro al fegato

La notizia che il piccolo Noah, il figlio di Michael Bublé e Luisana Lopilato, ha un tumore nei giorni scorsi si è diffusa velocemente angosciando tutti, le parole del cantante hanno lasciato intendere tutto il dolore. Alcuni media avevano riportato la diagnosi, leucemia, invece Noah ha un cancro al fegato. I medici di Los Angeles hanno confermato ciò che avevano già osservato a Buenos Aires, il figlio di Michael Bublé è affetto da una delle forme più gravi di tumore. Spesso in questi casi così gravi l’unica speranza è il trapianto ma ci sono delle ottime notizie perché il bimbo ha già iniziato la chemioterapia e pare abbia il 90% di possibilità di superare questo incubo perché la malattia è stata diagnosticata in tempo. Dopo la prima diagnosi a Buenos Aires la biopsia eseguita dai medici di Los Angeles, la conferma e subito l’inizio delle cure con un ciclo di chemioterapia che dovrebbe durare almeno quattro mesi.

Al magazine argentino Gente la sorella di Luisana, Daniela, ha confidato: “Se Dio ci ha fatto scoprire il cancro in questo modo è perché vuole salvare Noah – aggiungendo – Il cancro è una malattia terribile ma abbiamo fiducia che Noah lo possa superare – la zia del piccolo ha proseguito – Sappiamo che sarà così. Ora deve iniziare un trattamento lungo ma necessario. Si dice che i bambini tirino fuori una grande forza quando affrontano la chemioterapia e mio nipote è un guerriero”.

Antonella Clerici e Marco Bianchi, l’ultimo saluto al professore Umberto Veronesi – clicca qui

Quando il bimbo ha iniziato a star male Luisana l’ha portato in ospedale, hanno escluso una parotite poi hanno immaginato una infezione alla gola o mononucleosi. Hanno così proseguito con una ecografia addominale e l’esame ha evidenziato una macchia al fegato. Da lì l’inizio del calvario che tutti ci auguriamo finisca il più velocemente possibile solo con un brutto ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.