Meghan Markle è folle la cifra spesa per la cameretta del bebè in arrivo (Foto)

Occhi puntati sulla cameretta del bebè di Meghan Markle ed Harry d’Inghilterra (foto). Sembra che Meghan Markle non voglia sentire ragioni e dopo i tanti soldi spesi per i suoi vestiti come previsto arrivano le spese per il bebè che sta per nascere. Il conto alla rovescia per la data del parto è iniziato ma non si sa altro, nemmeno se nascerà un maschietto o due gemelline come si dice da tempo. Di certo Harry e Meghan hanno già preparato la cameretta del loro primo bebè e l’ennesima polemica è arrivata puntuale. Quanto ha speso Meghan Markle per la camera di suo figlio? La spesa totale stimata dai più esperti si aggirerebbe sui 175 mila euro. Una somma necessaria per il benessere del bambino ma cosa ha scelto la duchessa del Sussex per lo spazio dedicato al suo bebè?

LA CAMERETTA DEL FIGLIO DI MEGHAN MARKLE E IL PRINCIPE HARRY

Una cifra in cui sembra rientrare anche uno schermo che proietta immagini rilassanti, costo circa 29 mila euro, un televisore che in pochi possono regalare ai propri figli appena nati. Si apprende anche che la cameretta ha un nuovissimo impianto di insonorizzazione, per garantire all’infante il massimo silenzio. Ancora una volta si tratta di spese pazze che di certo non piaceranno alla regina Elisabetta. Non finisce qui perché la moglie del principe Harry d’Inghilterra starebbe già pianificando tante cose per il suo piccolo. Desidera che impari a suonare il piano e come insegnante vorrebbe Elton John. Intanto, mancano pochissime settimane al lieto evento e la stampa potrà poi scatenarsi.

Chissà che fine faranno tutti gli abiti premaman che la Markle ha indossato solo una volta e che difficilmente indosserà ancora. C’è da dire che ogni suo outfit viene subito copiato, per questo i sudditi magari preferirebbero scegliesse stilisti inglesi, lei e Kate Midldeton sono due vere influencer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.