Uno dei figli di Sonia Bruganelli e Paolo Bonolis vittima di bullismo e costretto a cambiare scuola (Foto)


Se qualcuno ha notato che Sonia Bruganelli è meno presente sui social il motivo lo svela lei alla rivista Chi, l’ha fatto per i suoi figli (foto). Una serie di episodi hanno costretto Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli a far cambiare scuola a uno dei figli, purtroppo il motivo era il bullismo. La coppia non rivela quale dei tre figli è stato vittima di bullismo ma poco conta, la rabbia per cose del genere è immensa e la moglie del conduttore ha pensato che esporsi di meno fosse la scelta migliore il bene dei tre ragazzi. E’ davvero assurdo ma loro questa realtà l’hanno vissuta, parliamo di “odio scoiale”. Fino a quando gli attacchi degli haters erano rivolti a lei la Bruganelli ha sempre riso, anzi ci provava gusto a scatenare i commenti negativi di chi invidia. Non ha però mai tollerato un solo commento contro i figli, impossibile evidentemente sistemare la situazione a scuola di uno dei figli coinvolti.

SONIA BRUGANELLI PER PROETEGGERE I FIGLI FA UN PASSO INDIETRO SUI SOCIAL

Viviamo in un’epoca in cui i leoni da tastiera sembrano essere liberi di fare del male ed è anche per questo che Paolo e Sonia si sono ritrovati a essere dei “genitori ingombranti”. Sonia Bruganelli spiega al settimanale di Alfonso Signorini: “ Non rinnego nulla, ma voglio che i ragazzi vivano serenamente senza correre il rischio che qualcuno li accusi o disturbi per via del mio comportamento”.


Poi rivela: “Le dico solo che, nell’ultimo anno, siamo stati costretti a dover cambiare scuola ad uno di loro, per delle situazioni molto vicine al bullismo”. Adesso tutto si è risolto ma non deve essere stato un periodo semplice per nessuno di loro: “Ora, fortunatamente, la situazione è tornata alla normalità, ma quest’odio sociale mi ha fatto riflettere molto”.


Leggi altri articoli di News dal mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close