Eleonora Daniele a Storie Italiane con la mascherina: a Roma venditori abusivi di mascherine anche usate

Nella puntata di Storie Italiane in onda il 2 febbraio 2020 gli ultimi aggiornamenti sugli italiani che stanno rientrando in Italia dalla Cina ma non solo. Nelle ultime ore dopo i primi due casi di Coronavirus certificati a Roma, nella capitale è scoppiata la psicosi e ad approfittare di questa situazione ci hanno pensato i venditori abusivi che, invece dei classici ombrelli per la pioggia che sfoderano sempre appena in città inizia a piovere, ecco che spuntano le mascherine. Chiaramente già il fatto che le mascherine vengano vendute per strada o alle fermate della metro, la dice lunga sulle condizioni igienico sanitarie del caso. Non solo, si specula anche sui prezzi.

ELEONORA DANIELE A STORIE ITALIANE CON LA MASCHERINA CONTRO LA PSICOSI

Eleonora Daniele quindi insieme agli esperti cerca di capire, indossando anche lei una vera e propria mascherina, quando queste mascherine “basic” così possiamo definirle, possano aiutare nella prevenzione. Non escludono il contagio: questo gli esperti lo ribadiscono. Sono utili per evitare chiaramente di ricevere schizzi, piccole tracce di saliva in volto, quindi in qualche modo proteggono da tutti i virus in generale ( anche da un semplice raffreddore). Ma il fatto di indossare una mascherina simile a quelle che vengono vendute per le strade di Roma, non mette al sicuro da un possibile contagio.

Tra l’altro i giornalisti di Storie Italiane hanno anche scoperto che molte delle mascherine vendute per le strade di Roma, sono usate, per cui mancano proprio le condizioni igenico sanitarie basilari. Vengono anche vendute senza una confezione, vengono toccate da queste persone con le loro mani e passano di mano in mano ( molti clienti le toccano e poi non le comprano). Si specula anche sui prezzi, una mascherina può arrivare persino a costare 5 euro.

Gli esperti in studio invitano quindi i romani e tutte le persone che incontrano per le strade della capitale questi venditori abusivi, a non acquistare queste mascherine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.