Letizia Ortiz ricicla l’abito a fiori, per lei la primavera è già arrivata (Foto)

Questa volta l’abito a fiori di Letizia Ortiz piace molto di più a tutti, ma è un abito riciclato, lo stesso abito che la prima volta che l’ha inossato era stato criticato (foto). Una pioggia di consensi invece per la regina di Spagna che ha riproposto un vestito di uno dei suoi stilisti preferiti, Hugo Boss. Un abito un po’ più sbarazzino del solito, un colore che già porta una ventata di primavera anche perché la stampa è floreale e il tessuto è molto leggero. Letizia di Spagna ha riciclato l’abito floreale di Boss per incontrare una delegazione di responsabili e bambini dell’Unicef, ancora una volta in occasione della consueta udienza a Palazzo Zarzuela. In forma perfetta la moglie di re Felipe non si è lasciata abbattere dalla brutta influenza dei giorni scorsi ed è tornata più in forma e sorridente che mai.

LETIZIA ORTIZ COLPISCE ANCORA UNA VOLTA ANCHE GRAZIE AGLI ABITI RICICLATI

A parte qualche scivolone lei è sempre perfetta, sempre con il look giusto e con il sorriso. Sono finiti i tempi dei musi lunghi, sembra che ormai abbia chiarito qualunque problema in famiglia e soprattutto che ci sia una nuova intesa con il marito. Tutto questo contribuisce a renderla radiosa, perfetta anche con l’abito floreale che non tutti hanno apprezzato la prima volta che l’ha indossato. (Letizia Ortiz meravigliosa in blu elettrico ma il gesto del re la gela)

Manca ancora un bel po’ di tempo per la primavera ma non fa nemmeno così freddo da lasciare nel guardaroba gli abiti leggeri. Letizia di Spagna ha completato il suo outfit perfetto con due pendenti in oro firmati Tour e con le immancabili décolletées, questa volta di Magrit. Non c’è dubbio che la regina di Spagna preferisca i brand spagnoli pur avendo a disposizione capi di stilisti di tutto il mondo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.