Angelina Jolie in ospedale con le figlie, sono stati due mesi drammatici

In occasione della festa della donna Angelina Jolie ha confidato i suoi ultimi due mesi passati in ospedale con le figlie. Ancora una volta l’attrice americana ha raccontato della sua famiglia ma questa volta per problematiche di salute e per sottolineare il legame tra i suoi figli, tra le sorelle. Due delle sue figlie hanno dovuto sottoporsi a importanti operazioni chirurgiche, forse per la maggiore, Zahara, è stato tutto più complicato ma Angelina Jolie non svela altro. Per l’altra figlia invece un’operazione all’anca ma in questo caso non aggiunge il nome anche se dalle foto si intuisce di chi si tratta. Due mesi dentro e fuori dai reparti di chirurgia, inizia così il racconto della meravigliosa Jolie che svela involontariamente che accanto a loro c’era anche Brad Pitt.

ANGELINA JOLIE ORGOGLIOSA DEI SUOI FIGLI

Nei reparti di chirurgia per la più grande e poi un’operazione all’anca per l’altra figlia ma la forza l’ha ricevuta da tutte loro: “Ho visto le mie figlie prendersi cura l’una dell’altra. Mia figlia più piccola ha imparato a fare l’infermiera con sua sorella, e poi ha aiutato la volta successiva. Ho visto tutte le mie ragazze mollare qualsiasi cosa e mettersi al primo posto l’un l’altra. Ho sentito la loro gioia nell’essere al servizio di quelli che amano” ha raccontato alla rivista Time aggiungendo che le ragazze sapevano che la madre avrebbe scritto spiegando alcune cose della loro vita privata.

Non è entrata nei dettagli ma ha confidato: “Loro comprendono che affrontare dei problemi medici e lottare per sopravvivere e guarire è qualcosa di cui essere orgogliosi”. Brad e Angelina sono separati da tempo e tutti conoscono il brutto periodo che hanno attraversato ma per i loro figli restano uniti; l’attore ha rinunciato ai Bafta facendo ritirare il premio a alla collega Margot Robbie. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.