Fedez e Chiara Ferragni lanciano una donazione e gli italiani rispondono: vip e gente comune insieme, 3 milioni di euro raccolti


In Italia come sempre, qualsiasi gesto compiuto, viene criticato. Se fai del bene non devi dirlo, se non lo fai non sei una brava persona…Insomma non ci si accontenta mai. Ma del resto si sa che il nostro è un paese dalle mille contraddizioni. Ieri molti hanno avuto anche da ridire sul gesto fatto da Chiara Ferragni e Fedez che hanno lanciato una compagna donazioni on line per donare il più possibile al San Raffaele di Milano. In un giorno, in un solo giorno, grazie alle tantissime donazioni di gente comune ma anche di personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport, della musica, della moda e dell’imprenditoria, la raccolta fondi ha raggiunto quasi quota 3 milioni di euro. E si procede perchè si può e si deve fare ancora molti. I soldi raccolti con la donazione lanciata da Fedez e Chiara Ferragni serviranno per rafforzare il reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano.

VOLA LA RACCOLTA FONDI DI CHIARA FERRAGNI E FEDEZ GRAZIE ALLE TANTISSIME DONAZIONI

La raccolta fondi è iniziata con Chiara e Federico che hanno dato l’esempio donando 100 mila euro; come potrete vedere nella lista delle migliori donazioni spuntano anche i nomi di Tomaso Trussardi, che ha donato 10 mila euro, di Alberto Cerri che ne ha donati 20 mila, di Alessandro Florenzi che ne ha donati 20 mila. Tra gli altri anche l’influencer Paola Turani che ha donato 5000 euro. Laura Chiatti ha donato 1000 euro. Tantissime le donazioni anche anonime con diversi donatori che hanno deciso di devolvere per questo progetto 5 mila euro.

E tantissime anche le donazioni della gente comune, forse le più importanti, perchè tante gocce messe insieme formano un oceano. E chi ha poco e si toglie anche qualcosa, dimostra di essere ancora più generoso.

Si può continuare a donare per cui fatelo! Fatelo a questo link: https://www.gofundme.com/f/coronavirus-terapia-intensiva

Leggi altri articoli di News dal mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close