Naike Rivelli e Ornella Muti: guerra contro gli influencer che pubblicizzano prodotti scadenti (Foto)

Naike Rivelli e Ornella Muti già prima di Natale avevano iniziato la loro guerra contro alcune influencer, tornano alla carica mostrando prima un prodotto che consigliano di utilizzare e poi facendo riflettere un po’ di persone (foto). Per chi ha tempo e modo di pensare non è difficile intuire se è ben lasciarsi condizionare o meno dai numerosi influencer per gli acquisti. Tempo e modo non li hanno tutti e Naike Rivelli cerca di sensibilizzare a modo suo più persone. Dall’utilizzo della pellicola per alimenti che sia o meno ecosostenibile si può giungere davvero a tutti i prodotti, tutti gli articoli che secondo la figlia di Ornella Muti spesso chi li sponsorizza non userebbe mai, non li sceglierebbe mai se non fossero semplice fonte di guadagno. Il messaggio è chiaro e le parole sono forti. Madre e figlia si rivolgono a tutti con la speranza di fare capire che c’è chi pubblicizza prodotti davvero scadenti a prezzi altissimi, prodotti che loro nemmeno usano perché hanno la possibilità di spendere tantissimo con quello che guadagnano.

QUALI SONO LE INFLUENCER A CUI NAIKE RIVELLI E ORNELLA MUTI SI RIVOLGONO?

Lo sfogo su Instagram è doppio, parlano di persone che si valutano nel tempo ma ovviamente non fanno nomi. Di certo se la prendono con chi accetta un bel po’ di soldi per proporre prodotti di bassa qualità che i follower acquistano perché si fidano di loro.

Naike Rivelli non lo farebbe mai. Già qualche giorno fa il lungo post era eloquente: “FACCIO A TUTTI UNA SEMPLICE DOMANDA: se poteste scegliere di sponsorizzare aziende di moda ecosostenibili che fanno del bene all’ambiente, con prodotti fashion economici e allo stesso tempo cruelty free, ma invece di farlo, vi buttaste a guadagnare montagne di soldi sponsorizzando prodotti di plastica che inquinano i mari, sostenendo aziende che fanno pellicce con violenze indescrivibili sugli animali, invogliando i followers a consumare zuccheri raffinati cancerogeni e cibo spazzatura, invece che insegnargli a fare una dieta sana scegliendo quindi di appoggiare il male verso il pianeta e l’ambiente, io vi domando: che tipo di persone vi definireste?” Il post non finisce qui. “Persone belle? Persone intelligenti? Persone consapevoli? Persone educate? Persone costruttive? Se poteste scegliere di cambiare il mondo in meglio, ma invece di farlo approfittaste guadagnando su chi ha poco per poi ostentare la vostra ricchezza, che razza di esseri umani sareste? Pensate che se Siddharta, invece di risvegliarsi, si fosse fatto un selfie tra le ricchezze, mentre fuori il mondo moriva di fame, non sarebbe mai esistito Buddha. La vita è fatta di scelte”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.