L’addio di Mirko Casadei per papà Raoul: grazie alle sue canzoni non morirà mai

Una notizia che ha commosso l’Italia intera quella della morte di Raoul Casadei arrivata in un fine settimana in cui l’Italia rivive l’incubo dello scorso anno, forse mai finito. Ci lascia oggi Raoul Casadei che dal 2 marzo era ricoverato in ospedale a causa del covid 19. Suo figlio Mirko, dopo il ricovero, aveva raccontato di come il re del liscio, si fosse mostrato coraggioso anche in quella occasione, entrando in ambulanza con le sue gambe. Purtroppo però le cose sono peggiorate e le sue condizioni di salute si sono aggravate. Ci lascia e lascia un vuoto davvero grande. Mirko, il figlio di Raoul ha voluto commentare con una nota stampa dell’Adnkronos, la notizia della morte del suo papà: “Raoul, io lo chiamavo così, ha segnato un’epoca. Oggi è un giorno triste per l’Emilia Romagna e per tutta la musica popolare italiana.

Ed è proprio vero, non a caso sono migliaia e migliaia i messaggi della gente comune che sui social dà l’ultimo addio a un grande artista.

L’addio di Mirko Casadei al suo papà

Nella sua dichiarazione Mirko aggiunge: ” Ma lui ha sempre avuto una grande sorriso, una grande energia e poi i grandi artisti non muoiono mai veramente. Le sue canzoni continueranno a girare di generazione in generazione. E questa è la cosa di lui che non potrà mai morire”.

Se ne è andato via per il Covid rapidamente e non ha sentito niente. E’ un dolore forte per me, ma è mitigato dal fatto che mi sono reso conto che lui non potrà mai morire veramente. Il suo modo di essere e le sue canzoni sono nell’aria e continueranno a esserlo” ha detto Mirko parlano del suo caro papà.

Il figlio di Raoul Casadei, Mirko, a cui già da anni era passato il testimone dell’orchestra di famiglia, racconta all’Adnkronos il suo stato d’animo nel giorno della scomparsa di suo padre. Anche Mirko è risultato positivo al covid 19 ma per fortuna sta bene. Positivi tutti in famiglia, una situazione molto complicata quella che i Casadei hanno vissuto e che si complica ancora con il doloroso lutto che stanno affrontando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.