Morta l’ex moglie di Nicola Carraro, le parole di Mara Venier

Sul profilo social di Nicola Carraro la foto dell’ex moglie, è il suo addio alla madre dei suoi figli. L’ex moglie di Nicola Carraro è morta e il suo saluto è semplice e intenso allo stesso tempo. Era bellissima e il primo piano in bianco e nero scelto per salutarla per l’ultima volta lascia incantati. “Ciao Ado, riposa in pace” poche parole quelle del produttore marito di Mara Venier. Tra i tanti messaggi di condoglianze anche quello di Mara Venier, le mani giunte, difficile aggiungere altre parole ma l’ha fatto in seguito rispondendo a chi pur facendo le condoglianze non sapeva chi fosse Adonella. “Era la prima moglie di Nicola, ma madre dei suoi tre figli, una donna meravigliosa”.

NICOLA CARRARO – ERA LA MADRE DEI MIEI FIGLI

E’ con queste parole che Nicola Carraro ha risposto ad altri che chiedevano chi fosse la bellissima donna nella foto. Adonella Colonna di Paliano è stata sua moglie dal 1963 al 1980 e dal loro legame sono nati tre figli. Giada, Ginevra e Gerò, quest’ultimo il più noto anche perché è stato per anni il compagno di Simona Ventura. Adonella era di origini nobile ma ha sempre vissuto tutta la sua vita lontana dai riflettori evitando sempre il gossip.

Tantissimi i messaggi di condoglianze per la sua scomparsa, anche quello di un caro amico che ha semplicemente scritto: “La nostra Ado”. Adonella è stata molto importante nella vita di Nicola Carraro. Si sono separati e hanno divorziato molto prima che Mara Venier si innamorasse di Nicola. La dolcezza con cui tutti la salutano, anche la figlia della Venier, fanno capire quanto fosse speciale Adonella. Parole tenere di tutti ma ancora non sono arrivate quelle di Simona Ventura; è stata sua suocera per anni, chissà se scriverà parole di addio anche lei o resterà nel silenzio per evitare pettegolezzi inutili. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.