Come leggere le sigle dei pneumatici?

Lungo il dorso della gomma del nostro mezzo si trovano delle sigle alfanumeriche in rilievo. Vi siete mai chiesti che cosa significano? Semplice: sono quell’indicatore del penumatico che ci dice tutto di lui: le sue misure, o meglio, il suo codice fiscale. Che le gomme siano un pezzo di vitale del mezzo è un dato di fatto: pensate a cosa significa camminare con delle scarpe più piccole o più grandi o semplicemente scomode; ecco, le misure dell’auto ci guidano proprio in questa scelta, per stare con la copertura giusta. Perché sapere che cosa scegliere è importante.

Sapendo leggere queste sigle si possono ordinare i pneumatici online, su siti come Gomme Planet, che presentano le migliori marche (le stesse che potete trovare in officina) ma a costi decisamente inferiori; il meccanico dovrà limitarsi al montaggio.

Gomme e stagioni

Prima di passare all’interpretazione delle sigle sarà importante avere chiara la classificazione del tipo di mezzo (auto, furgone o moto) e il tipo di gomme che si sta valutando: se estive, invernali o quattro stagioni.

Durante l’inverno è indispensabile avere, viaggiando su strada delle gomme specifiche per quel clima, delle gomme, appunto, invernali. Queste si caratterizzano per i bordi sporgenti, capaci di un maggiore attrito con l’asfalto e sono più adatte a viaggiare in situazioni di ghiaccio, neve, forti precipitazioni. Sono invece inadatte all’estate per la quale risultano pericolose per la sicurezza (non rispondono in maniera ottimale in caso di emergenza) e antieconomiche.

Le gomme quattrostagioni sono state in questi anni oggetto di studio e le loro prestazioni sono molto migliorate. Sono particolarmente consigliate in situazioni come quelle in cui il chilometraggio non è particolarmente alto, ad esempio per un’auto da città, ma reggeranno anche in caso di forti nevicate; sono sconsigliate quando i km percorsi sono tanti (in questo caso è meglio l’alternanza di gomme invernali ed estive).

Come leggere le sigle

La tipologia di sigle in sé sarà comune a tutti i tipi di gomme. La prima cosa da sapere sarà il modello del proprio mezzo e poi scegliere la marca delle gomme; nel caso di gomme quattrostagioni sarà utile scegliere aziende più blasonate che generalmente garantiscono una tenuta migliore di strada. Prendiamo un esempio (qui abbiamo considerato una Fiat Punto):

  • 155. Le prime 3 cifre indicano la lunghezza del pneumatico.
  • Segue una / e ci sono altre due cifre (80): il rapporto in percentuale tra altezza e larghezza.
  • Una lettera, generalmente “R” mostra il tipo di pneumatico (R=radiale).
  • 13. Il diametro del cerchio (misura in pollici).
  • 79. Indice capacità di carico del mezzo (i kg che può portare).
  • T. La velocità massima che un veicolo può raggiungere.

Importante anche la sigla DOT (Department Of Trasportation) che indica l’anno di fabbricazione della gomma; è una marcatura a quattro cifre e quindi non ci si può sbagliare. Avere una DOT recente sarà un valore aggiunto (e online è facile verificarlo).

Come si è visto, leggere le misure è semplice e funzionale. Perché avere un meccanico di fiducia è importante, ma una scelta autonoma consente di fare un acquisto consapevole e più economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.