Emozione terribile, i genitori di Mancini per scaramanzia hanno guardato la partita da soli

Aldo e Marianna Mancini, i genitori di Roberto Mancini sono ovviamente i più orgogliosi tra tutti per la vittoria dell’Italia ma la loro sofferenza ieri sera è anche stata la più grande di tutti. Intervistati dall’Ansa hanno parlato di una finale sofferta ma anche della convinzione di Roberto Mancini per la vittoria. “Se lo sentiva che avrebbe vinto” non sanno spiegare nemmeno loro il motivo ma il ct della Nazionale ci ha creduto dal primo istante. La sua famiglia invece ieri a un certo punto ha iniziato a perdere le speranze per poi esultare con tutto il resto del Paese. In casa però davanti allo schermo erano da soli, una scaramanzia che hanno voluto portare avanti dalla prima all’ultima partita degli Europei 2020.

ITALIA CAMPIONE D’EUROPA E L’EMOZIONE DI MAMMA E PAPA’ MANCINI

“È stata un’emozione terribile. Forte e bella alla fine, però durante la partita è stato terribile. È stata molto sofferta. Adesso tanta felicità, ma a un certo punto quasi non ci speravo più. Lui però se lo sentiva che avrebbe vinto questo Europeo. Chissà perché” un orgoglio incredibile non solo per la vittoria della squadra ma anche per il percorso intero del figlio. E’ il padre di Roberto Macini ad averlo sempre spronato, da piccolo, a seguire la sua passione per il calcio. 

Sapevano che appendendo le scarpette al chiodo sarebbe diventato allenatore. “Roberto ha sempre amato il calcio, fin da quando aveva 5 anni”.

“Roberto ha fatto un lavoro che gli piaceva. Era felice già per questo. Il padre gli ha dato una grossa spinta all’inizio perché lui era un ragazzino e non poteva sapere bene quello che faceva. Io ero un po’ più titubante perché avevo paura di farlo andare fuori. Ero un po’ arrabbiata perché andava via di casa” ha raccontato mamma Marianna che ha poi dovuto ammettere che padre e figlio avevano ragione. Ma è soprattutto l’onestà di Roberto a rendere orgogliosi i suoi genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.