Charlotte Lazzari preoccupata e stanca, la moglie di Kledi mostra la realtà sui social

Charlotte Lazzari moglie Kledi

Charlotte Lazzari ha avuto un periodo difficile, sul suo profilo social mostra una foto con gli occhi arrossati dal pianto, preoccupata, stanca, abbattuta. L’ha scattata un mese fa ma la moglie di Kledi non riesce ancora a parlarne, forse un giorno racconterà tutto, adesso è ancora troppo presto. “Una faccia che non siete abituati a vedere ma è pur sempre la mia” scriva la Lazzari nel suo lungo post. I social mostrano la perfezione, Charlotte si unisce a chi sta avendo il coraggio di mostrare la realtà. Non si può essere sempre felici e sorridenti, non è giusto mostrare solo questo sui social. Charlotte Lazzari anticipa però le domande di tutti, mette una distanza, adesso non può spiegare cosa l’ha fatta stare tanto male e cosa continua a farla soffrire.

Charlotte Lazzari: “Ricordiamoci che nessuna vita è perfetta”

“Mi sono scattata questa foto esattamente un mese fa. È una faccia stanca, preoccupata e abbattuta. Una faccia che non siete abituati a vedermi e che forse non mi veste tanto bene. Ma è pur sempre la mia. Ho scattato questa foto per riguardarla ogni 11 del mese e constatare come il tempo ha il potere di ridimensionare tutto” forse il peggio è passato, le sue parole non sono chiare, la moglie di Kledi Kadiu non intende dire molto. Il ballerino commenta “E’ anche per questo che Ti Amo tanto” e sul suo profilo social pubblica la foto della sua famiglia.

“Mi unisco a tutte le ragazze che ultimamente hanno deciso di mostrare la realtà sui social che troppo spesso sa di perfezione che illude e porta solo invidia, cattiveria e frustrazione. È bello mostrarsi sempre felici e sorridenti sui social ma siamo sicuri che sia la cosa giusta?” continua Charlotte nel suo post.
“Per ora mi fermo qui e vi prego di rispettare questa distanza senza chiedermi di più. Forse più avanti troverò il modo di raccontare ciò che ho vissuto. Ma sto bene e torno spesso a indossare il mio miglior sorriso! Ricordiamoci che nessuna vita è perfetta. Nessuno di noi ha un master per fronteggiare le avversità – racconta – Tutti noi piangiamo, ci arrabbiamo, pensiamo e facciamo cose stupide.
La differenza la fa il modo in cui decidiamo di andare avanti attingendo alle giuste risorse… “.

Conclude con una frase letta sul profilo di un’amica “Sii gentile con le stelle: ci insegnano che per quanto possa essere buia la notte, troveremo sempre infinite luci accese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.