George Clooney racconta lo schianto in moto, credeva fosse l’ultimo minuto della sua vita

George Clooney moto

George Clooney non può dimenticare l’incidente in moto, sono passati tre anni ma ancora pensa a quei momenti, credeva fossero gli ultimi della sua vita. C’è anche altro che non riesce a dimenticare, la reazione delle persone che invece di aiutarlo continuavano a filmare. Era luglio del 2018 e Clooney era in Sardegna per le riprese del film Hulu Catch-22. Era in sella alla sua Harley Davidson, l’impatto con un’auto e finì sull’asfalto, uno schianto che, come racconta al Sunday Times, ancora ricorda. Ogni tanto ci ripensa e ricorda la paura di quegli istanti, credeva fosse la fine di tutto, attendeva che l’interruttore si spegnesse.

George Clooney credeva non avrebbe più rivisto i figli e la moglie

Aspettavo che il mio interruttore si spegnesse. Pensavo che fosse l’ultimo minuto della mia vita ha confidato e ne parla adesso come se fosse appena accaduto, invece sono passati alcuni anni ma ricorda che in quel momento credeva davvero non avrebbe più rivisto i gemellini e la sua Amal.

L’attore hollywoodiano ha anche raccontato che c’era gente che lo filmava, che non rispettava il suo dolore, ricordi che ancora la demoralizzano: “Di solito solo una persona positiva. Eppure ho dovuto constatare che per certe persone l’ultimo minuto della mia vita sarebbe stato semplice intrattenimento sulla loro pagina Facebook”. In quel momento avrebbe voluto reagire perché erano lì e invece di dargli una mano già pensavano al like che avrebbero ricevuto sui social con un suo video.

“Quando ho toccato il suolo, pensavo che i denti si fossero rotti. Invece quello che sentivo nella mia bocca era il vetro del parabrezza. I miei figli avevano circa un anno, pensavo che non li avrei più rivisti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.