Charlene di Monaco dimessa dalla clinica torna a casa?

charlene Alberto

Dal ritorno di Charlene Wittstock al Principato di Monaco c’è stata solo un’apparizione, la principessa è ancora nella clinica svizzera. Ci sono però nuove voci, niente di ufficiale ma dopo la lunga malattia in Sudafrica e il ricovero a Zurigo sembra che Charlene di Monaco stia per essere dimessa e forse pronta a tornare a casa. Sono tutte indiscrezioni, le poche conferme in passato sono arrivate solo dal Palazzo reale e dal principe Alberto di Monaco mentre i pettegolezzi hanno provato a supporre di tutto. E’ stato spesso Alberto a smentire tante chiacchiere preoccupato del dolore che avrebbero potuto dare ai suoi figli. I gemellini Jacques e Gabriella sono sempre seguiti con grande attenzione dal papà e dalle zie ma è ovvio che a loro manchi tanto la mamma.

Charlene di Monaco lascia la clinica e torna a casa per Santa Devota

La festa di Santa Devota cade il 27 gennaio, è uno degli eventi più cari alla famiglia reale ed è molto sentito nel principato; inoltre è stata proprio l’ultima occasione lo scorso anno in cui la famiglia è apparsa unita, al completo. Poi è arrivato il viaggio di Charlene in Africa e i lunghi mesi di lontananza dalla famiglia. Anche la moglie di Alberto di Monaco è molto legata a Santa Devota ed è anche per questo che in molti pensano possa fare ritorno a casa per onorare un giorno così importante.

Dopo l’assenza nel giorno di Natale e per il compleanno dei figli la speranza dei sudditi è che la principessa lasci la clinica in cui è ricoverata e torni dalla sua famiglia. Sempre secondo alcune indiscrezioni sembra che Alberto abbia affittato una villa nei pressi della clinica a Zurigo e che durante le festività natalizie abbia trascorso lì alcuni giorni con i figli. C’è però anche chi pensa che Charlene e Alberto siano vicinissimi al divorzio e che debbano essere le zie ad occuparsi dei bambini. Niente altro che supposizioni e indiscrezioni, non resta che attendere il giorno di Santa Devota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.