Antonino Spinalbese ha una grave malattia autoimmune, racconta dolore e gloria

Antonino Spinalbese video

Antonino Spinalbese nei giorni scorsi era emozionato pensando al video che tutti a breve avrebbero visto ma nessuno immaginava che avrebbe parlato di una grave malattia autoimmune. E’ solo una parte del suo racconto, parole che passano dal dolore alla felicità per poi tornare di nuovo al dolore ma ancora una volta alla gloria. E’ la vita e l’ex compagno di Belen Rodriguez parte dalla citazione di uno dei suoi film preferiti, “Unbroken”: “Una vita di gloria vale un momento di dolore”. Quella frase alla fine subisce una trasformazione ma nel mezzo Antonino Spinalbese spiega tante cose. Non è gossip quello che sta per svelare, non parla di Belen anche se racconta che quando stavano per avere Luna Marì lui era felice, forse il momento più bello della sua vita, perché quando è nata sua figlia è stato il giorno più bello ma da lì anche la fine di tante cose. Due anni fa dopo il dolore per la morte del padre Spinalbese pensava di avere superato la parte più brutta, pensava di potere avere una vita felice e invece arrivano i problemi uno dietro l’altro, tutti insieme.

Antonino Spinalbese: “Vado in ospedale e mi ricoverano all’istante”

I problemi di coppia, il gossip sempre troppo presente, lo stress e Antonino Spinalbese perde peso: “Inizio a indebolirmi, poi mi incrino 2 costole dopo una caduta dovuta a questa debolezza. La mente è offuscata, tanto da farmi perdere la reattività e non farmi notare uno pneumatico abbandonato sull’autostrada. La mia auto è lacerata, io sotto le flebo. E’ un lieve trauma, ma le sorprese non erano finite”.

Inizia a sentire un dolore all’inizio dell’intestino, per giorni non va via: “Vado in ospedale e mi ricoverano all’istante, partono gli accertamenti e poi arriva il responso: ho una grave malattia autoimmune, un problema con cui forse dovrò convivere per il resto della mia vita”.

Dieci giorni tra digiuno, omogeneizzati e poco altro e una volta uscito Antonino ha perso 13 chili, per lui un dramma: “Una delle cose più importanti per me: il mio aspetto fisico, la mia forma fisica. ‘Mente sana in corpore sano’. Per me il fisico è sempre stato il mezzo per star bene con me stesso, anche a livello mentale”. Inizia a vestirsi strano per farsi riconoscere, si vergogna, non va in palestra per l’imbarazzo, poi incontra un vecchio amico, Andrea, ed è lui che lo salva dal buco in cui stava cadendo.

Andrea è un personal trainer: “Si informò sulla mia patologia e mise in atto un piano d’azione con un unico obiettivo: far tornare il vero Antonino”. Dopo due mesi intensi era di nuovo Antonino Spinalbese di un tempo e con due obiettivi: proteggere sua figlia Luna Marì ed aiutare gli altri, quelli che vivono ciò che ha vissuto lui. “Non voglio guadagnarci, desiderio sia gratis” e adesso attendiamo il seguito, che riveli il suo progetto a chi in tutta Italia desidera seguire lui e Andrea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.