Fabrizio Corona e Carlos accusano Nina Moric di furto.Il ragazzo testimone oculare: “Ha rubato 50 mila euro”

fabrizio corona e carlos

E’ di nuovo guerra tra Fabrizio Corona e Nina Moric ma questa cosa la situazione si fa davvero pesante, visto che ci sono delle accuse molto gravi in ballo. Nina Moric accusa il suo ex marito ma Corona rincara la dose e ieri sera, tramite un video postato sui social, racconta la sua versione dei fatti e quella di suo figlio Carlos. Sceglie di farlo attraverso un video, in modo che nessuno possa manipolare le sue parole e che quindi i fatti vengano raccontati, per come lui li descrive. E’ chiaro che questa vicenda, essendo delicatissima dal punto di vista legale, dovrà essere approfondita nelle giuste sedi, che non sono i social, le pagine di un giornale o un sito web. Dopo la versione data da Nina Moric al Corriere della sera, arriva però anche quella di Fabrizio Corona e di Carlos che questa volta, viste le pesanti accuse mosse dalla croata, decidono di andare a fondo. Corona infatti nel video ha spiegato che questa volta la sua ex ha sbagliato. E spiega che ha agito “nel modo più sbagliato, soprattutto da un punto di vista legale e dell’oggettività dei fatti, perché io sono ancora un detenuto agli arresti domiciliari”.

E’ guerra tra Corona e Nina Moric: le accuse di Fabrizio alla sua ex

Poi, con al suo fianco Carlos, spiega come sarebbero andati i fatti, dando appunto una nuova versione dei fatti. “La signora Nina Moric è scomparsa dall’Italia da circa tre mesi. Non sentiva suo figlio Carlos da circa tre mesi, non lo cercava neanche. Dopo tre mesi, venerdì si è presentata cercando di poter parlare con lui. ” Chi ha seguito le ultime vicende tra i due ha però visto che nelle ultime settimane la Moric ha postato sui social foto che dimostravano il contrario ( secondo la sua versione) ossia continue chiamate alle quali nessuno rispondeva, richieste di vedere suo figlio e quant’altro.

Corona continua: “Carlos, siccome si era ripreso da un brutto periodo, mi ha chiamato chiedendomi se secondo me doveva rispondere a sua madre. Io gli ho detto di fare quello che si sentiva di fare. Lui ha preferito non risponderle, dicendole che casomai sarebbe potuta venire a trovarlo a casa”. A detta di Corona, Nina non era interessata al figlio ma solo a una Postepay.

 Nel video spiega che stava cercando “una Postepay per farsi fare i suoi pagamenti illegali intestata a suo figlio, non pensando a cosa potesse provocare a Carlos. Dopo un’ora di ricerca della Moric di Carlo Maria, telefonando a tutti coloro che fanno parte del mio staff, la signora si è presentata in casa mia che è anche la sede operativa della mia società. In quel momento c’era solo Carlos che in questa casa non è mai da solo”. Quindi, prosegue Fabrizio, Nina “è entrata col volto coperto, ha citofonato, ha rubato la spesa, ha rubato dieci euro dal portafoglio di Carlos, ha preso la postepay, ha scaricato 25 euro e a quel punto si è recata nella stanza dove sapeva vi erano i soldi della società: 50.000 euro in contanti. Li ha presi e se li è portati via, chiamando un taxi. Ha rubato in casa del suo ex marito davanti agli occhi del figlio”.

A testimoniare anche Carlos che spiega: “Ero in casa, nel momento in cui c’è stato il furto ero presente e sono testimone oculare di quello che è successo. Purtroppo attualmente non sappiamo dove sia il denaro, non ci interessa riaverli o altro, vogliamo giustizia per le cose per cui abbiamo fatto la denuncia”.

Poi ci sarebbe stata la seconda fase della vicenda, ossia quella in cui Corona, insieme alla sua fidanzata e a Carlos, si reca presso questo residence in cui la Moric vive.  Nel video, Corona racconta: “perché io un briciolo di bene ancora le voglio. Perché se io presento una denuncia di furto con un testimone oculare che può confermare, che è il figlio, con telecamere che registrano e il taxi che la viene a prendere, lei subisce un processo che rappresenta l’umiliazione più grande di tutta la sua vita rischiando fino a tre anni di reclusione. E sarà rovinata per tutta la vita”.

La Moric ha preferito chiamare le forze dell’ordine. Corona spiega: “Nina Moric ha avuto il coraggio di lasciare un’intervista al Corriere in cui ha detto che non si è mai presentata qui aggiungendo che mi avrebbe denunciato per calunnia. A questo punto io sono stato costretto. A denunciarla per furto”.

L’imprenditore vorrebbe comunque chiudere questa faccenda in modo diverso e invita l’avvocato della Moric a mediare. Nel video lo esorta a “chiamare per fare una transazione, perché anche se i soldi non si trovano, e non è questo il problema, ha una denuncia per furto. L’umiliazione più grande è che ha perso un figlio e che in tribunale a denunciarla ci sarà proprio lui”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.