Enrica Bonaccorti: “Soffro di prosopagnosia” e affronta la morte del compagno

enrica bonaccorti oggi

E’ al Corriere della Sera che Enrica Bonaccorti si racconta e cita il disturbo di cui soffre, lo stesso di Brad Pitt: la prosopagnosia. Racconta degli amori, di quelli che non dimentica e quelli a cui preferisce non pensare, la morte del compagno, parla anche del suo lavoro, dell’operazione al seno, la tv arrivata per caso e tanto altro. Attrice, conduttrice e anche autrice di canzoni importanti. Enrica Bonaccorti ha scritto La lontananza e Amara terra mia per Domenico Modugno. Ha lasciato il segno anche nella televisione, quella tra gli anni ’80 e ’90 con Italia Sera su Rai 1 e Non è la Rai sulla nascente Fininvest. E’ ricordando il primo fidanzatino che la Bonaccorti scrisse La lontananza, lui resta tra i suoi quattro grandi amori, l’ultimo l’ha perso il 24 settembre scorso.

Enrica Bonaccorti l’addio al compagno morto a settembre

“L’amore più grande è stato l’ultimo, Giacomo Paladino, mancato a settembre, dopo 24 anni insieme. Gli ho dedicato il nuovo romanzo: la sua leggerezza, ironia, eleganza mi hanno accompagnata in ogni pagina, anche se alla fine ci è arrivato prima lui. Leggeva tutto, via via che scrivevo” ma la perdita è così difficile da superare e lei fa finta che Giacomo c’è ancora.

“Gli parlo di continuo; faccio le cose che mi ha insegnato, sono puntuale, ordinata. Era un signore gentile” il dolore è ancora forte, è passato poco tempo o forse non ne passerà mai abbastanza.

E’ parlando della modestia con cui si è sempre presentata che racconta del disturbo di cui soffre: “Ho sempre lavorato con lo spirito della professoressa che avrei dovuto essere. Mai avuto frequentazioni importanti, non vado nei salotti, anche perché non riconosco le persone: condivido con Brad Pitt la prosopagnosia – spiega che – A un evento Fininvest chiacchieravo con un signore. Chiedo: di cosa ti occupi adesso? Lui mi fa pat pat sulla spalla: faccio sempre il presidente della Fininvest. Era Fedele Confalonieri”.

La prosopagnosia è un deficit cognitivo-percettivo che rende il soggetto incapace di riconoscere le facce delle persone note e a volte perfino il proprio volto, quando si guarda allo specchio od osserva una sua foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.