Giulia de Lellis derubata: “Sono rimasta in mutande, me l’hanno fatta grossa”

Inizia davvero malissimo l’anno per Giulia de Lellis. I fans dell’influencer non hanno potuto fare a meno di notare, nelle ultime ore, che la De Lellis sia stata meno presente sui social. E proprio oggi Giulia ha deciso di raccontare quello che è successo, spiegando il motivo di questa sua assenza. Usa i social per raccontare quasi sempre cose piacevoli e positive per cui non le piace parlare molto di cose negative. Ma deve farlo per spiegare il perchè di molte cose, in particolare i motivi per i quali deciderà di cambiare anche modo di comunicare con i followers.

A fine anno infatti Giulia de Lellis è stata derubata e racconta sui social quello che è successo. Non è la prima volta tra l’altro che le capita. Quello dei furti in casa sembra essere il destino delle influencer che comunicano ogni mossa e ogni spostamento sui social. Prima di Natale era successo a Taylor Mega, il giorno di Natale a Benedetta Rossi, derubata nella sua casa di campagna.

GIULIA DE LELLIS DERUBATA NELLE FESTE: SONO STATA DAVVERO MALE

Sono stata proprio di [email protected] mi hanno fatto veramente male, a sto giro me l’hanno fatta davvero grossa” ha detto Giulia de Lellis sui social. La bella romana ha spiegato che questa volta ha imparato la lezione, a sue spese e anche per questo motivo cambierà modo di comunicare, non dirà in tempo reale dove si trova, quello che sta facendo e quelli che saranno i suoi spostamenti.

Dobbiamo assolutamente ridurre questa cosa degli spostamenti, dire dove siamo, che cosa facciamo” ha detto Giulia de Lellis volendo dare anche dei consigli a chi la segue.

L’influencer ringrazia poi tutte le persone che le sono state vicine anche perchè proprio nelle feste di Natale era rimasta “in mutande” senza nulla. E invita tutte le persone che la seguono a prestare attenzione: “non dobbiamo servirgliela sul vassoio d’argento a questa gente malata”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.