Belen Rodriguez dalla rivista Chi nuove frecciate a Stefano de Martino: “Non ho più pazienza per chi non usa il cuore”

Sul numero della rivista Chi in edicola questa settimana, si potrà leggere la prima intervista a Belen Rodriguez dopo la sua crisi e la separazione da Stefano de Martino. In realtà la show girl non parla mai in modo diretto di Stefano ma lancia delle frecciatine che ovviamente, chi conosce bene i dettagli di questa storia, saprà cogliere. Belen spiega che al momento il suo unico grande amore è il piccolo Santiago, il suo bambino. Per il resto…Ha dato tanto amore ma a quanto pare non è servito. Nella sua intervista spiega: “Se oggi mi trovo nella situazione in cui mi trovo è anche per il mio senso della giustizia, perché non voglio stare in una vita non reale dove le persone si raccontano in un modo e agiscono in maniera diversa – spiega in esclusiva al settimanale Chi, in edicola da mercoledì – Questo vale in tutti i campi perché sono una persona in gamba, sensibile, e non ho più spazio né pazienza per chi non usa il cuore”.

La show girl non parla mai in modo diretto di Stefano, che a questo punto è diventato nuovamente un suo ex. Ma le frecciate che lancia, si possono cogliere, senza troppa difficoltà.

BELEN RODRIGUEZ DICE BASTA : MANTENGO SEMPRE LA PAROLA

La Rodriguez poi aggiunge: “Sono piena di difetti, ma mantengo la parola, non deludo mai nessuno e, se non posso mantenere una promessa, non la faccio. Anche in amore se faccio una promessa la porto avanti, ma non ho scritto “scema” in fronte”.

Adesso si prepara a una estate in cui le attribuiranno decine di nuovi fidanzati ma lei non cerca un altro uomo. Al momento la sola persona che vuole al suo fianco e che vuole amare è il piccolo Santiago, il suo vero e unico grande amore.

Stefano invece, anche questa volta, tace.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.