La confessione di Mara Venier: “Adesso posso dirlo, ho rischiato di morire”

Ho rischiato grosso, potevo rimanerci, mi sento quasi una miracolata” sono queste alcune delle frasi che aprono l’intervista di Mara Venier in edicola questa settimana sulla rivista DiPiù. Per la prima volta la conduttrice parla in modo dettagliato di quello che è successo il giorno in cui è caduta dalle scale prima di andare in onda con Domenica IN. Senza sapere neppure cosa si fosse fatta, Mara, ha deciso di andare in onda lo stesso, con un grande dolore al piede e un grosso interrogativo sulle sue condizioni di salute. Oggi, a un paio di mesi di distanza dai fatti, nella sua intervista spiega che ha temuto il peggio, che la caduta avrebbe potuto avere un epilogo ben diverso.

MARA VENIER SI CONFESSA: “HO RISCHIATO LA VITA”

Si ho rischiato la vita” rivela Mara Venier al giornalista che ha raccolto il suo sfogo, pochi mesi dopo quella drammatica giornata. Ancora oggi Mara non è tornata a camminare come prima, muove qualche piccolo passetto e cerca di godersi qualche uscita in compagnia dei familiari più stretti, del suo adorato Nicola, e degli amici.

La conduttrice spiega la dinamica dei fatti accaduti il giorno della sua caduta. Stava scendendo le scale, con le infradito, a un certo punto ha iniziato a ruzzolare e poi ha sbattuto la testa contro il muro del pianerottolo. Mara rivela di aver addirittura sfondato una delle coperture dei tubi che si trovano nelle scale dei palazzi,tanto la forza della caduta.

Quando ha visto quello sportelletto ha pensato che fosse stata miracolata, che le conseguenze di un gesto banale, sarebbero potute essere ben peggiori. A prestarle soccorso ci ha pensato Nicola Carraro, suo marito. Mara non ha voluto chiamare i soccorsi e ha preferito, come sappiamo, andare in Rai per la diretta di Domenica IN.

Oggi con il senno del poi si rende conto che forse avrebbe dovuto fare prima un salto al pronto soccorso, e poi decidere se andare in onda o meno!

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.