Valentina Dallari mostra quando pesava 37 chili, oggi è l’anoressia ad avere paura (Foto)

Il 15 marzo è il giorno scelto per sensibilizzare sui disturbi dell’alimentazione e Valentina Dallari, che conosce bene l’anoressia, ha scritto un post mostrando le foto di quando aveva tanti chili in meno. Era arrivata a pesare solo 37 chili ma ci ha messo ancora altro tempo per capire che doveva salvarsi. Oggi è salva, sta bene ma sa che quel disturbo contro cui ha combattuto non è sparito. Valentina Dallari oggi si sente forte, è più forte della paura che fino a tre anni fa trasformava il suo corpo, che si era impossessata della sua mente. La descrive come sa fare solo chi l’ha vissuta. Un fiocchetto lilla e tutta la forza per tirare fuori un post che può essere di grande aiuto a chi non ha ancora superato, anoressia, bulimia, i disturbi alimentari che ti distruggono la vita. 

VALENTINA DALLARI PIU’ FORTE DI PRIMA

“Mi piace pensare che un giorno sparirai, che un giorno te ne andrai nello stesso modo in cui sei arrivata. Strisciando. Sei passata da sotto la porta, lentamente, senza che io potessi accorgermene. Ti sei incollata ai miei piedi, salendo sempre di più. Ti sei avvinghiata alla mia pelle, mi sei entrata dentro per accompagnare ogni mio respiro e ogni mio battito. Sei diventata parte di me” scrive Valentina raccontando come quel disturbo che all’inizio può sembrare banale poi ti avvelena. 

“Con quei denti, mi hai mangiato dall’interno, nutrendoti di tutto quello di cui non potevo nutrirmi io. Mi hai avvelenato il sangue, mi hai tolto l’amore. Hai spento la luce. Mi hai strozzata per rubarmi la voce. A volte sento che ti avvicini, ma riesco sempre a mandarti via. Una, due, tre, mille volte. Hai paura di me mentre ti spingo verso la porta, hai paura di me quando apro le finestre e faccio entrare il sole. Hai paura di me quando ascolto la musica, quando mi metto a lavorare – poi continua – Hai paura di me quando sorrido e quando mi preparo la cena. Hai paura di me quando faccio amicizia, quando amo, quando rido e quando mi metto a scrivere – conclude – Hai paura di me quando vivo. Hai paura di me più di quanta io ne abbia di te. E oggi, proprio oggi, te lo volevo ricordare”. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.