Guendalina Tavassi in guerra contro il suo ex marito: pesanti accuse via social

Non ha fatto il suo nome ma ha fatto capire quello che è successo. “Giochiamo a indovina chi, visto che siete tanto intelligenti” ha detto Guendalina Tavassi ieri sui social. Ma che cosa sta succedendo nella vita dell’ex concorrente del Grande Fratello? Un vero e proprio caos. Dopo la fine del matrimonio con suo marito Umberto, tutto è cambiato e i due in qualche modo si stanno facendo la guerra. A Guendalina continua a non piacere il fatto che il suo ex mostri sui social cose che hanno a che fare con i bambini, come ha fatto ieri, dicendo che il suo numero è stato bloccato sul cellulare della figlia. A quel punto Guendalina si è vista costretta a dire che sono state le autorità a dirle di bloccare il numero del suo ex sul cellulare di sua figlia. E poi molto arrabbiata per quello che è successo si è sfogata, facendo capire che potrebbe essere il suo ex, il responsabile di quello che le è successo nell’ultimo periodo. Accuse velate, visto che la romana, non ha detto in modo esplicito tutto, lo ha fatto con chi di dovere, visto che in questa storia, ci sono delle denunce presentate alle forze dell’ordine.

Guendalina Tavassi vs il suo ex: è guerra social

Mentre Umberto si diceva scioccato, non comprendendo i motivi di tutto questo, la Tavassi sbottava sui social, arrivando a lanciare pesantissime accuse: “Ragazzi vi spiego un attimino in breve così capite e evitiamo di scrivere cavolate. Io dopo l’accaduto ho dovuto bloccare quel contatto dal cellulare di mia figlia perché mi è stato detto dalle autorità competenti. Questo non vuol dire che il padre non vede i figli. Perché gli ha visti fino all’altro ieri e poi non ha potuto.” E ancora: ” Può chiamarli, può sentirli con il mio telefono e vederli quando può e quando vuole.

Poi molto arrabbiata, ha voluto lanciare la bordata: “Detto ciò, giochiamo ad Indovina Chi. Perché io vi faccio delle persone intelligenti. Frattura alle ossa nasali, un occhio nero, sono stata al pronto soccorso, alla Polizia. Secondo voi chi è stato quindi?”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.