Bianca Guaccero confida perché non ha lasciato Detto Fatto e ripete che è single

Bianca Guaccero prosegue il suo percorso alla conduzione di Detto Fatto, non è stato semplice per lei restare ma alla fine ha scelto e a Tv Sorrisi e Canzoni confessa il motivo. La conduttrice era intenzionata a lasciare ma poi è tornata sui suoi passi e l’ha fatto per la squadra di Detto Fatto, per il legame che ha con chi collabora con lei, un legame che va ben oltre le riunioni e le puntate. Bianca Guaccero racconta delle persone che il pubblico non conosce ma sono persone con cui lei trascorre gran parte della sua vita, perché fanno realmente parte della sua vita: mangia con loro, si confronta e confida con loro, legge i copioni e si prepara con loro.

Bianca Guaccero e il legame con la squadra di Detto Fatto

“Perché non ho lasciato Detto fatto? Per il legame che ho con la mia squadra, che è la chiglia della nave che mi permette di muovermi anche nella tempesta. La nostra coesione è la nostra forza – ha spiegato –  Sono persone che la gente non vede in televisione ma con cui io mangio, leggo i copioni, mi confronto, mi confido. Abbiamo un rapporto che va ben al di là del lavoro. E poi c’è il pubblico, che ha continuato a seguirci con affetto nonostante le difficoltà che tutti stiamo affrontando da quasi due anni. Chi ci guarda dovrà vedere un’edizione degna del decimo anniversario”.

Nella stessa intervista ha ancora una volta smentito di avere un compagno, ha quindi ancora smentito un ritorno di fiamma con Nicola Ventola. Nella sua vita privata adesso c’è solo sua figlia Alice, è con lei che trascorre tutto il tempo quando non è in tv. “Parliamo molto, facciamo i compiti, guardiamo i film e ci divertiamo tantissimo. Per il resto, il tempo lo troverei anche ma manca la persona giusta. E, attenzione: non sono io ad avere gusti difficili… sono gli altri!”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.