Can Yaman in spiaggia a Fregene, avrà ascoltato le parole di Diletta Leotta?

Sembra che Can Yaman abbia davvero archiviato la storia con Diletta Leotta. La rivista Chi questa settimana pubblica le foto dell’attore turco sulla spiaggia di Fregene, lui tutto muscoli grazie al suo continuo allenamento, circondato da bellissime ragazze. In realtà Can Yaman sta lavorando, è sul set per la nuova pubblicità di un profumo. Il settimanale di Alfonso Signorini però sottolinea che è single e che sembra non avere intenzione di tornare sui suoi passi. Nella recente intervista di Diletta Leotta a Verissimo lei ha invece confessato che vorrebbe tornare con Can, che è ancora innamorata, che hanno bruciato le tappe, che forse tutto è andato avanti con troppa velocità. Oggi lei vivrebbe la loro storia d’amore con più equilibrio ma chissà se Yaman ha ascoltato le sue parole e se la sua dichiarazione d’amore gli ha dato modo di ripensare.

Can Yaman addio a Diletta Leotta e si butta sul lavoro

E’ ormai un sex symbol irresistibile e lo è ancora di più adesso che è single. Sui social e tra le pagine di Chi mostra il suo fisico statuario. Ai follower regala anche una sessione di allenamento con i vari esercizi da eseguire in casa.

La favola è finita davvero? La giornalista sportiva ha parlato di una vera favola d’amore, un sogno. Dopo solo un mese però Can Yaman le aveva già chiesto di diventare sua moglie ma la Leotta si è spaventata, ha fatto un passo indietro, oggi invece ci sta ripensando, magari ha fatto l’errore più grande della sua vita a dirgli che era troppo presto.

Oggi Can Yaman è lo scapolo d’oro che in tante sposerebbero subito ma chissà che l’ex coppia non ci riservi qualche sorpresa. Intanto, entrambi sembrano concentrarsi più che altro sul lavoro, d’altronde è grazie al lavoro che si sono incontrati e innamorati.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.