Federica Panicucci, il suo primo lavoro come babysitter di Paolo Bonolis

Panicucci Bonolis

Federica Panicucci e Paolo Bonolis abitavano nello stesso palazzo a Roma, fu la custode a dirle che il conduttore stava cercando una babysitter per suo figlio. La risposta della Panicucci fu immediata, disse di sì ed è stato forse quel primo lavoro di babysitter di Stefano Bonolis a permetterle poi di fare una meravigliosa carriera. Federica Panicucci racconta tutto al Corriere della Sera, ricorda che il piccolo Bonolis aveva 9 mesi, che Paolo le dava 4mila lire all’ora, poi ricorda: “Andavo a scuola e per me era un lavoretto… Lui all’epoca faceva il conduttore di Bim Bum Bam”. Una sera mentre era a casa sua gli chiese se poteva accendere la tv per seguire The look of the Year, il programma che in futuro lei avrebbe condotto. Il conduttore le disse che magari poteva provare anche lei a fare la modella e le diede l’indirizzo dell’agenzia che dopo poco tempo la contattò per farle fare il provino per Portobello. Deve quindi molto a Paolo Bonolis, magari senza quell’incontro la sua vita sarebbe andata in modo diverso.

Federica Panicucci ricorda il debutto al Festivalbar

Credeva di non essere all’altezza e ricorda il debutto: “Non ero pronta. Ero terrorizzata, anche perché non avrei dovuto presentarlo io. Ma chi era stato scelto aveva avuto un imprevisto. Mi chiamò Vittorio Salvetti così presi la mia macchina, armata di stradario, alla volta di Ascoli Piceno. Nessuno mi aveva preparato al boato dei 30 mila in piazza: parlavo ma non riuscivo a sentirmi, fu una delle sensazioni più forti mai provate”.

Aveva realizzato il suo sogno, da sempre, fin da bambina, sognava di diventare una presentatrice come Loretta Goggi e Raffaella Carrà. “Oggi mi sento una persona centrata. Ho un compagno che mi ama e che amo, il lavoro che sognavo e due figli meravigliosi che mi ricordano ogni giorno quanto sia straordinario vederli crescere”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.