Belen nasconde il pancione con salopette e camicione, ha la nausea e dolci voglie (Foto)

Un pranzo della domenica goloso per Belen che sembra nascondere il pancione in una salopette, come quando era incinta di Santiago (foto). Sui social Belen Rodriguez continua a non smentire la notizia della gravidanza, anzi sembra volere aggiungere dettagli al dolce gossip. Il look sembra davvero da premaman e non solo nelle storie Instagram della showgirl ma anche durante una passeggiata. Sono foto che pubblica la rivista Diva e Donna, lei indossa pantaloni larghi e comodi, sopra un camicione, ma c’è anche altro, ci sono altri indizi, ci sono quelle che sembrano le voglie di ogni mamma in dolce attesa. Empanadas e dolcetti, le prime fatte in casa, forse dalle mani di mamma Veronica.

BELEN RODRIGUEZ INDOSSA IL BRACCIALETTO ANTI-NAUSEA

Dicono che Belen sia incinta e al terzo mese di gravidanza e tutto lascia pensare che sia vero, non solo la storia d’amore con Antonino Spinalbese ma anche tutta la dolcezza della showgirl e in più quel dettaglio che parla da solo. Il braccialetto anti-nausea sempre al polso, così colorato che è impossibile non notarlo, Belen lo porta sempre ed è l’indizio più forte di tutti.

Sul suo profilo Instagram c’è anche una foto che sembra mostrare il ventre arrotondato, il look premaman, le voglie, il braccialetto contro la nausea: c’è bisogno di altro per fare gli auguri a Belen e Antonino? Al momento la coppia non ha detto niente, non ha smentito, non ha confermato. Alla Rodriguez ha dato fastidio il virgolettato di un noto settimanale, ha sottolineato di non avere rilasciato interviste sulla sua presunta gravidanza ma non ha smentito la dolce attesa, sembra anche questa un’altra conferma. 

I fan sognano che sia tutto vero, altri dicono che Stefano De Martino abbia reagito male. Intanto, la favola d’amore prosegue e Belen non è mai stata più felice.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.